HomeBirraBirra: stranezze dal mondo.

Birra: stranezze dal mondo.

Dalla birra “barbuta” a quella al gusto di pizza, da quella al bacon a quella con acqua del mediterraneo. Quale avreste il coraggio di assaggiare? Fate un viaggio con noi di ApeTime nei microbirrifici artigianali più pazzi del mondo. Ecco a voi le birre più strane sul mercato:

1. La birra più potente del mondo. È la Snake Venom, il veleno di vipera ha una gradazione alcolica di 67,5, ben più di un liquore. È prodotta dalla scozzese Brewmeister, la stessa casa che ha inventato la  Armageddon, con i suoi 65 gradi di alcol. La ricetta è segreta, un’etichetta sulla bottiglia raccomanda di non berne più di 35ml alla volta.

2. La birra più antica del mondo. Gli archeologi dell’università di Chicago, insieme a mastri birrai della “Great Lakes Brewing Company” hanno creato una bevanda partendo da una ricetta di 5000 anni fa, trovata nell’inno sumero a Ninkasi. Per produrla nel modo più fedele all’originale hanno ricreato antichi strumenti in legno e ceramica per la fermentazione del preparato, basandosi su quelli trovati negli scavi in Iraq nel 1930 e hanno creato una birra unica al mondo. Alla fine però, i ricercatori hanno scoperto che il gusto era molto diverso da quello delle birre di oggi, e si avvicinava molto di più all’aceto.

3. La birra con i baffi, anzi la barba. La beard beer è una birra barbuta per stomaci forti, viene prodotta dal birrificio “Rogue Ales” di Newport, negli Stati Uniti, nello stato di Rhode Island. È prodotta con peli della barba del mastro birraio John Maier, il quale sosteine contengano lieviti naturali. Si può comprare online al costo di 6,50 dollari.

4. La birra al gusto di bacon. Si chiama “Bacon Bomb Rauchbier” ed è prodotta a Milwaukee, dalla “Brenner Brewing Co.”. È una bomba al gusto di pancetta affumicata, ma è completamente vegana: il sapore in realtà non è dato dalla carne, che non è presente in questa preparazione, ma dalla qualità di malti tedeschi e del Wisconsin utilizzati.

5. La birra alle ostriche. Può sembrare strano, ma la Oyster Stout Beer ha una discreta tradizione nell’arte brassicola, soprattutto nel nord Europa e in Gran Bretagna. Le ostriche vengono aggiunte in fase di bollitura e il risultato è un sapore selvatico e marino. In Italia ne esiste una simile: si chiama “Perle ai porci”, ed è stata creata dal Birrificio del borgo.

6. La birra al peperoncino. Si chiama “Crime Chili Beer” ed è prodotta in California, dalla Stone Brewing Company. Non indicata per i deboli di cuore nasce da un mix esplosivo di diversi peperoncini. Il prezzo è di 20 dollari per la bottiglia da 500 ml.

7. La birra ai testicoli di toro. La “Rocky Mountain Oyster” è una birra in versione limitata realizzata a partire dal 2012 dal Wynkoop Brewing Co. di Denver, Colorado. Il “Rocky Mountain Oyster” è un piatto servito negli Usa e in Canada dove la ricetta prevede testicoli di toro (o di maiale) fritti: da lì l’idea di trasformare questo menu in birra. Per questo drink servono davvero gli attributi.

8. Birra all’acqua di mare: per fortuna desalinizzata e filtrata. È la Boqueron, del Microbirrificio Xativa, in Spagna. Viene realizzata con acqua del mar Mediterraneo.

9. Una birra da cani. la Kwispelbier è un’ analcolica aromatizzata alla carne di manzo, prodotta nei paesi bassi, pensata per i cani, ma potabile anche per gli umani. Kwispel significa coda scodinzolante.

10. La birra alla pizza. Si chiama “Mamma mia” ed è prodotta dalla “Birra Pizza Company e Microbirrificio Sprecher Brewing Company, negli Stati Uniti. Ha come ingredienti anche pomodoro, aglio, basilico e origano.

Mamma mia!

Articolo successivoGiovanni Miola
Gianluca Venturini
CEO & Founder ApeTime. Consulente Marketing e appassionato di Cocktail, Vini ed Aperitivi. Sempre alla ricerca di novità e curiosità nel mondo del Beverage.

Aziende • Prodotti • Servizi

VINO

Dolce Salato

[adrotate group="2"]