HomeCocktail RicetteBijou cocktail il twist di Giuseppe Capotosto con il Centum Herbis

Bijou cocktail il twist di Giuseppe Capotosto con il Centum Herbis

Il bijou è un cocktail preparato in origine con tre parti uguali di ginvermouth e chartreuse fissato sulla carta per la prima volta da Harry Johnson che lo chiamò così perché gli ingredienti richiamavano i colori di tre gioielli. Ovvero: il gin ricorda il diamante, il vermouth il rubino e la chartreuse lo smeraldo.

Dopo anni di oblio, il Bijou è stato riscoperto da Dale DeGroff che, nel 1980, si è imbattuto nel libro di Johnson. Va detto che DeGroff triplicò il rapporto tra gin e vermouth e chartreuse per ammorbidire il gusto. Risultato? Oggi la sua ricetta è probabilmente la più diffusa.

Bijou cocktail Giuseppe Capotosto, brand ambassador di Bordiga, rivisita il cocktail con il Centum Herbis, digestivo realizzato con infusi e distillati di fiori ed erbe alpine (guarda come si decora), e con una una tintura al mandarino che dà freschezza al drink. Clicca qui per imparare le sue dosi!

LEGGI ANCHE
MOV, il drink di Red Bull e Iovem. La ricetta

Nicole Cavazzuti
Nicole Cavazzuti
Mixology Expert è giornalista freelance, docente e consulente per aziende e locali. Ha iniziato la sua carriera con il mensile Bargiornale e, seppur con qualche variazione sul tema, si è sempre occupata di bar, spirits e cocktail. Oggi scrive di mixology e affini su VanityFair.it e Il Messaggero.it. Chiamata spesso come giudice di concorsi di bartending, ha ideato e condotto il primo master di Spirits and Drinks Communication. Da novembre 2019 è la responsabile della sezione bere miscelato del nostro ApeTime Magazine. Per 15 anni è stata la prima firma in ambito mixology del mensile Mixer, organo di stampa della FIPE, per il quale ha ideato diverse rubriche, tra cui il tg dell'ospitalità (Weekly Tv) e History Cocktail, ancora attive e oggi in mano agli ex colleghi di redazione.

Aziende • Prodotti • Servizi

VINO

Dolce Salato