HomeCuriosità"Coronavirus, basta con il terrorismo" Aldo Cursano, FIPE

“Coronavirus, basta con il terrorismo” Aldo Cursano, FIPE

“Non bisogna sottovalutare il problema, ma nemmeno vivere nell’angoscia. L’emergenza coronavirus esiste, ma il governo fa una politica terroristica”, Aldo Cursano, vice presidente della FIPE, si è sfogato su Il Messaggero.it

“Il governo di Giuseppe Conte commette un errore dietro l’altro nell’affrontare la pandemia. Obbligare ristoranti e bar a fare mantenere la distanza tra fidanzati e famigliari è follia”.

LEGGI L’INTERVISTA

“Oggi nessuno è davvero è protetto e viviamo tutti in un clima di terrore, anche quando non sarebbe necessario”, dichiara al Messaggero Cursano. Che poi chiarisce: “Proteggere le persone più a rischio (la popolazione anziana e coloro che soffrono di quelle patologie che rendono mortale il covid-19) senza privare della libertà gli altri aiuterebbe a costruire modi e modalità di convivenza diversi con il coronavirus e a stemperare l’atmosfera di angoscia. Il che sarebbe utile anche sotto il punto di vista della ripresa dei consumi, perché la componente psicologica avrà un forte impatto sulla predisposizione alla spesa e alla condivisione del piacere. Ci deve guidare il senso di responsabilità. Trovo assurdo che una famiglia o una coppia debba cenare o bersi un drink a distanza. E sarebbe giusto che tra amici adulti ci fosse la possibilità di decidere se sedersi vicini o meno, senza mettere in discussione la distanza tra i tavoli. È una delle battaglie che stiamo portando avanti e in cui si inserirebbe la proposta di Vitale.

Bruno Vanzan e Nicole Cavazzuti

LEGGI
Coronavirus, Bruno Vanzan: se si non cambia ci sarà la rivoluzione

Nicole Cavazzuti
Mixology Expert è giornalista freelance, docente e consulente per aziende e locali. Ha iniziato la sua carriera con il mensile Bargiornale e, seppur con qualche variazione sul tema, si è sempre occupata di bar, spirits e cocktail. Oggi scrive di mixology e affini su VanityFair.it e Il Messaggero.it. Chiamata spesso come giudice di concorsi di bartending, ha ideato e condotto il primo master di Spirits and Drinks Communication. Da novembre 2019 è la responsabile della sezione bere miscelato del nostro ApeTime Magazine. Per 15 anni è stata la prima firma in ambito mixology del mensile Mixer, organo di stampa della FIPE, per il quale ha ideato diverse rubriche, tra cui il tg dell'ospitalità (Weekly Tv) e History Cocktail, ancora attive e oggi in mano agli ex colleghi di redazione.

Aziende • Prodotti • Servizi

VINO

Dolce Salato

[adrotate group="2"]