HomeVinoBiodivino, in scena il vino biologico e biodinamico italiano

Biodivino, in scena il vino biologico e biodinamico italiano

Dal 23 al 26 giugno in Sicilia si terrà Biodivino. Una competizione che è anche un’opportunità di lancio per le aziende italiane di vino biologico e biodinamico.

Significativo il fatto che la manifestazione faccia tappa quest’anno in Sicilia, che ad oggi è la regione che si colloca al primo posto tra quelle produttrici di vino biologico, nella classifica delle regioni seguono Puglia e Toscana.

La coltivazione della vite con metodi biologici o biodinamici in Italia occupa quasi il 18% delle vigne; mentre se guardiamo a scala maggiore, l’Italia è il primo paese tra i paesi produttori di vino per superficie biologica delle vigne rispetto al totale.

La diciottesima edizione di “Biodivino” si terrà nell’abbazia benedettina di San Martino delle Scale a Monreale, Palermo; si tratta di un evento che non è solo una competizione, ma una vera e propria opportunità di lancio per le aziende vinicole.

Biodivino 2022

Una reputazione e una importanza, quelle di questo concorso, costruite in 18 anni di consolidato svolgimento, durante i quali questo settore è passato dall’essere una piccola nicchia a un segmento di mercato che interessa un numero di consumatori sempre più ampio; basti pensare che dal 2013 ad oggi il consumo di vino biologico è raddoppiato.

Si tratta di un concorso aperto, al quale le aziende possono iscriversi e partecipare semplicemente registrandosi e inviando campioni dei propri vini che poi verranno valutati dalla giuria.

«Dopo 18 anni di attività e accompagnamento nella crescita, sviluppo e promozione dei vini biologici – afferma Ignazio Garau, presidente ItaliaBio e coordinatore del Premio – quest’anno Biodivino organizza l’appuntamento in Sicilia: un momento importante perché evidenzia il ruolo e il primato della Sicilia rispetto alle produzioni di agricoltura biologica e al settore dei vini. Un’opportunità per valorizzare il comparto vitivinicolo siciliano offerta alle cantine per avere una valutazione dei propri vini e un confronto delle produzioni siciliane con quelle italiane».

Antonio Rinaldi
Giornalista pubblicista e Guida Ambientale Escursionistica appassionato di Natura a 360 gradi (e negli ultimi anni sempre più vicino anche al mondo dell’Agricoltura “naturale”); unisce le due attività professionali scrivendo per Apetime di realtà agricole e vitivinicole di pregio, e spesso organizzando escursioni di conoscenza diretta di queste realtà. Collabora dal 2010 col quotidiano di Parma, per il quale ha realizzato anche Pubblicazioni sul Parco Nazionale dell’Appenino tosco-emiliano.

Aziende • Prodotti • Servizi

VINO

Bartender

Magazine ApeTime

Installa l'APP
×