HomeBirraI birrifici più antichi d'Europa: quali sono e dove si trovano

I birrifici più antichi d’Europa: quali sono e dove si trovano

Quali sono e dove si trovano i birrifici storici d’Europa, ancora in attività? Scoprili insieme a noi!

In diverse occasioni abbiamo avuto modo di sottolineare come la birra accompagni da millenni la vita dell’uomo essendo stata questa una bevanda importante nella cultura e nelle tradizioni (come riti funebri, cerimonie d’iniziazione all’età adulta dei giovani e banchetti nuziali) di popolazioni antichissime quali quelle che abitavano la Mesopotamia, l’Antico Egitto e l’odierna Cina.

Questo quanto accadeva millenni fa: storia, quella della birra, che oggi, in Europa, viene portata avanti anche da birrifici che la producono da centinaia di anni e sono quasi tutti, ovviamente, situati in Paesi riconosciuti a livello mondiale come culle dell’antica bevanda nel vecchio continente.

Si tratta, in alcuni casi, di monasteri trappisti depositari di tradizioni ultracentenarie che consentono ancora oggi di realizzare prodotti di alta qualità, riproponendo, in numerosi casi, le ricette originali tramandate, di generazione in generazione, dai monaci. Ecco quali sono quelli più antichi ancora in attività.

WEIHENSTEPHAN – GERMANIA

Il birrificio è situato all’interno dell’omonima abbazia della Baviera: secondo alcuni documenti avrebbe iniziato a produrre birra nel 768 d.c. e questo lo rende il più antico del mondo ancora in attività. La specialità della casa (facilmente reperibile anche in Italia, specie in Alto Adige) è la hefeweizen, ovvero la birra di frumento in versione non filtrata, bionda e torbida.

STAUFFENBERG – GERMANIA

Un altro birrificio tedesco storico è lo Stauffenberg, che produce birra da oltre 900 anni: fu fondato infatti intorno al 1079 e oggi è conosciuto per la sua produzione di birre pilsner. Prima che sulla birra, l’occhio potrebbe cadere sullo gnomo raffigurato sull’etichetta: che cosa ci fa lì? La leggenda narra che un tempo, nella località da cui prende il nome l’attività, vivessero dei nani che aiutavano gli abitanti in cambio di cibo e birra!

SMITHWICK – IRLANDA

Attivo sin dal 1710, è il birrificio più antico dell’isola di smeraldo ed è stato fondato dai monaci francescani della St. Francis Abbey situata nella città di Kilkenny che dà il nome anche al suo prodotto di punta, una strong ale: birra che, nelle preferenze degli irlandesi, viene solo dopo la Guinness la cui attività produttiva è iniziata solo 48 anni dopo quella dello Smithwick.

Smithwick birra Irlanda

HUBERTUS – AUSTRIA

Situato nella località di Laa an der Thaya, a sud del confine con la Repubblica Ceca, deve il suo nome a Sant’Umberto e lo stemma del birrificio riporta la testa di un cervo con la croce cristiana tra le corna: si tratta di un riferimento all’apparizione che ebbe il vescovo di Maastricht e di Liegi più tardi, che venne interpretata come un invito a concentrarsi meno sui piaceri terreni (la caccia in particolare) ed a dedicarsi ai doveri che il suo ruolo imponeva. Secondo i documenti è attivo dal 1454 e ha nella pils il suo prodotto di punta.

GROLSCH – PAESI BASSI

Situato nel paese di Groenlo, al confine con la Germania, è attivo dal 1615: deve la propria fama sia alla qualità della sua omonima lager a bassa fermentazione, che viene prodotta ancora oggi con la stessa ricetta di 400 anni fa, sia alla bottiglia che la contiene: una delle rarissime al mondo con il tappo richiudibile.

Grolsch birra

THREE TUNS – INGHILTERRA  

Situato nella contea dello Shropshire, vicino a Birmingham, è stato fondato nel 1642 ed il suo nome si traduce in ‘tre botti’: si tratta del primo produttore inglese ad avere ottenuto la licenza per realizzare legalmente l’antica bevanda. L’edificio principale è un birrificio vittoriano a torre eretto intorno al 1888: questo lo rende  uno dei soli quattro del Regno Unito ad avere tale forma.

 

STIEGL – AUSTRIA

Attivo dal 1492, e situato nella città di Salisburgo, nella seconda metà del settecento è diventato celebre poiché produceva la birra scura preferita da uno dei più grandi compositori di tutti i tempi, ovvero Mozart, nato proprio nella città dell’Austria centro-settentrionale. Oggi è celebre soprattutto per le birre stagionali, ad edizione limitata, che lancia ogni anno sul mercato e per il suo museo, una delle attrazioni turistiche cittadine principali.

BROUWERIJ DE HALVE MAAN – BELGIO

La nascita di questo birrificio risale al 1856, ma la produzione di birra va avanti da oltre 500 anni: situato nella città di Bruges, è famoso per la sua birra Brugse Zot, una birra belga tradizionale. Il birrificio De Halve Maan offre anche una visita guidata che permette ai visitatori di esplorare l’antica struttura del birrificio, scoprire il processo di produzione della birra e assaggiare la Brugse Zot direttamente dalla fonte.

GOUDEN CAROLUS – BELGIO

Per concludere la carrellata parliamo del Gouden Carolus, anch’esso situato in Belgio e fondato nel 1369: il birrificio produce una varietà di birre di alta qualità, tra cui la celebre Gouden Carolus Classic, una birra scura e assai corposa. Tutte le birre sono prodotte secondo metodi tradizionali e artigianali (quindi non sono né pastorizzate e né filtrate) che conferiscono loro un sapore unico e distintivo.

CONTINUA A LEGGERE

SCOPRI NUOVI FORNITORI DI BIRRA

Redazione ApeTime
Redazione ApeTimehttps://www.apetime.com
ApeTime è un sistema di portali digitali e profili social dedicati a Bar, Ristoranti e Hotel che propongono Cocktail, Aperitivi, Food, Beverage, Hospitality e a tutte le aziende fornitrici del settore Ho.Re.Ca.

Aziende • Prodotti • Servizi

VINO

Dolce Salato