HomeLiquore - DistillatoIl Gin Plymouth della Black Friars Distillery, la più antica d’Inghilterra

Il Gin Plymouth della Black Friars Distillery, la più antica d’Inghilterra

La Black Friars Distillery è la distilleria in attività più antica d’Inghilterra. Il distillato qui realizzato dal 1793 l’ha resa celebre in tutto il mondo: è un gin che porta fortuna!

I suoi locali, risalenti al 1400, ospitarono un monastero di frati, i black friars (da qui il nome di questa storica azienda, conosciuta anche come Plymouth distillery) che furono sciolti dalla Chiesa Anglicana nel 1536.

Prima che nell’edificio s’iniziassero a produrre diverse tipologie di alcolici (i documenti fissano l’inizio di questa attività nel 1697), qui fu aperta una prigione, ma non solo: per un certo periodo vi trovarono rifugio alcuni ugonotti in fuga dalla Francia.

La distilleria, dalla fine del ‘700 fino al 2004, è stata di proprietà della famiglia Coats che si è battuta per ottenere l’esclusiva per il brand e lo stile del Gin Plymouth, di cui, di fatto, è legalmente l’unica produttrice al mondo. Dal 2014 la proprietà è passata alla multinazionale francese Pernod Ricard.

Il Gin Plymouth della Black Friars Distillery viene prodotto in alambicchi di rame che hanno circa 150 anni e, per questo motivo, risalgono all’epoca Vittoriana. Tra le botaniche utilizzate per la preparazione si annoverano, oltre alle immancabili bacche di ginepro, i semi di cardamomo, le bucce di limone e arancia, i fiori di giaggiolo, le radici di angelica ed il coriandolo: a questi possono essere aggiunti i frutti di prugnolo selvatico dando vita al tradizionale gin bevuto nelle campagne inglesi.

Dal 1880 la Black Friars Distillery produce anche il Gin insignito del Royal Navy, marchio di riconoscimento che tutti gli imitatori cercano da tempo di ottenere senza successo, in quanto riforniva la Marina militare britannica che in cambio portava il distillato in vari paesi del mondo.

Per questo motivo l’etichetta del Gin Plymouth riporta l’immagine di un gigantesco veliero che solca le acque dell’Oceano: si tratta della Mayflower, ovvero una nave di pellegrini che attraversò il Pacifico alla ricerca della felicità nelle Americhe e qui fondarono un’altra Plymouth (si trova in Massachusetts, circa 100 km a sud di Boston).

Questo si deve al fatto che furono proprio i locali della distilleria ad ospitare i futuri coloni la notte prima dell’imbarco (era il 1620): la leggenda narra che questo non portò fortuna solo a loro, ma anche alla Black Friars distillery che, nel tempo, ha visto i suoi distillati essere sempre più apprezzati in tutto il mondo.

L’importanza di questo gin è testimoniata anche dal fatto che il Savoy cocktail book (uno dei testi di riferimento per i barman di tutto il mondo) comprende ben 23 diversi cocktails la cui preparazione richiede espressamente l’utilizzo del Plymouth gin.

Un pezzo di storia dunque, racchiuso in una bellissima bottiglia, che racconta la felice avventura di un manipolo di coraggiosi pellegrini che sorseggiò proprio questa bevanda durante tutte le avversità incontrate per fondare un mondo migliore, in una terra da scoprire: un sogno divenuto realtà e un gin che porta fortuna.

Redazione ApeTimehttps://www.apetime.com
Un’esperienza a 360° nel mondo degli Aperitivi e dei Cocktail che sfrutta i sistemi di Geolocalizzazione per trovare e raggiungere in tempo reale Locali, Eventi e Barman. ApeTime si rivolge ai Bartender, ai Gestori di Locali ed a tutte le Persone che vogliono divertirsi la sera sorseggiando un buon Cocktail o un gustoso Aperitivo.

Aziende • Prodotti • Servizi

VINO

Bartender

Magazine ApeTime

Installa l'APP
×
Translate »