HomeCuriositàInstagram, bartender e articoli: c'è un problema nei modi di condivisione

Instagram, bartender e articoli: c’è un problema nei modi di condivisione

Instagram va di moda. Più di Facebook.
Ma spesso viene utilizzato in maniera impropria quando si parla di articoli. E le conseguenze se non si cambiasse approccio sono pericolose

Sia chiaro, mi pare evidente che da parte vostra ci siano le migliori intenzioni.
Ma il problema resta.
Ed è questo. In troppi per “spammare” il pezzo fanno delle storie e dei post su Instagram riproponendolo esattamente tale e quale come è stato pubblicato, magari attraverso un video reel.

Vado al sodo: è un errore! Su Instagram e su Facebook non dovreste copiare il contenuto uscito sui giornali. Perché?
Almeno per due ragioni.

Una storia o un post in cui viene riportato tutto il pezzo ruba visualizzazioni alle testate giornalistiche.
Del resto, se gli amici possono vedere l’articolo su Instagram non hanno alcun motivo di visitare il magazine on-line su cui è stato pubblicato.
E così quell’articolo otterrà alla fine meno visualizzazioni. Sulla lunga, questo sistema ucciderebbe i giornali che sono comunque legati anche ai numeri (tra l’altro, spietatamente chiari quando si parla di on-line). E scarsi risultati in termini di visualizzazioni significano meno inserzionisti e quindi tagli di pagine. O chiusure di testate.
Ovviamente se mancano i lettori (perché trovano le stesse notizie sui social senza nemmeno fare la fatica di cliccare su un link) diminuisce anche la pubblicità che è la prima fonte di sostegno dei giornali.

E poi, da un punto di vista tecnico giuridico c’è un problema di diritti d’autore. Che in questi post non vengono rispettati.
Forse non sapete che gli articoli sono di proprietà degli editori cui vengono ceduti i diritti dall’autore del pezzo.
Ovviamente all’interno di un sistema di collaborazioni virtuose nessuno denuncerà mai nessuno.
Tenete conto però che ci sono responsabili di service (ovvero, di una sorta di redazione in affitto che lavora dall’esterno senza essere minimamente legata all’editore del giornale per cui scrivono) che querelerebbero qualunque disgraziato pur di fare qualche soldo.

Domani torniamo sull’argomento con un pezzo dal titolo: “Idee per comunicare in modo diverso gli articoli su Instagram”

Nicole Cavazzuti
Giornalista freelance esperta di distillati and cocktail bar, è la prima firma in ambito mixology del mensile Mixer e collabora con VanityFair.it e Il Messaggero.it con articoli, video e foto. Giudice di concorsi di bartending, ha ideato e condotto il primo corso italiano di Spirits and Drink Communication. Da novembre 2019 è la responsabile della sezione bere miscelato e spirits del magazine di ApeTime.

Aziende • Prodotti • Servizi

VINO

Bartender

Magazine ApeTime

Installa l'APP
×
Translate »