HomeIntervisteLorenzo Stocco, bar Caffecchio, Cantù: “Ecco cosa accade oggi in provincia”

Lorenzo Stocco, bar Caffecchio, Cantù: “Ecco cosa accade oggi in provincia”

Lorenzo Stocco titolare del bar Caffècchio a Cantù, per la precisione nella frazione di Fecchio (da qui il nome del locale), negli ultimi anni si è contraddistinto per aver ampliato l’offerta con una valida proposta nell’ambito della mixology. Ed è preoccupato: “Sento parlare ancora di lockdown mirati, con quattro regioni che rischiano di passare in zona gialla. Non ne posso più. Lo Stato dovrebbe permetterci di lavorare con serenità e senza incertezza”.

Lorenzo Stocco, com’è lo scenario al tuo bar Caffecchio?
Non buono. Martedì, mercoledì e giovedì sono diventati giorni morti. E la sera, comunque, c’è meno gente di prima.

lorenzo stoccoPerché, secondo te?
Intanto, è una questione di consuetudini. Dopo tutti questi mesi obbligati a restare in casa dalle 22 in poi, in molti hanno perso il piacere e il desiderio di vivere la notte.
Inoltre, c’è un altro fattore che incide.

Quale?
Il Green Pass. Non tutti i ragazzi ne sono dotati e quindi i gruppi di giovani invece di darsi appuntamento al bar, venerdì e sabato sera si trovano a casa di qualcuno e si comprano gli alcolici al supermercato. È assurdo, no?!

Che cosa trovi assurdo?
Mi pare folle che per lavorare al supermercato occorra essere vaccinati ma che per fare acquisti e girare per il negozio invece non sia richiesto.

Lorenzo Stocco
Lorenzo Stocco e Nicole Cavazzuti

Spostiamo l’attenzione al pranzo: Lorenzo Stocco, come va?
Male. Pochi clienti.

Anche in questo caso l’obbligo di Green Pass c’entra qualcosa?
In parte, sì. Clienti storici non vaccinati non potendo sedersi dentro non vengono più. Senza contare che l’uso diffuso di lavorare da casa ha ridotto le occasioni di consumo al bar nella fascia del pranzo, comunque.

Uno sguardo al fatturato…
Rispetto al 2019, è sceso di circa il 40%. E ho dovuto ridurre il personale. Erano in cinque ad aiutarmi, ho rinunciato a tre di loro.

LEGGI ANCHE

 

Nicole Cavazzuti
Giornalista freelance esperta di distillati and cocktail bar, è la prima firma in ambito mixology del mensile Mixer e collabora con VanityFair.it e Il Messaggero.it con articoli, video e foto. Giudice di concorsi di bartending, ha ideato e condotto il primo corso italiano di Spirits and Drink Communication. Da novembre 2019 è la responsabile della sezione bere miscelato e spirits del magazine di ApeTime.

Aziende • Prodotti • Servizi

VINO

Bartender

Magazine ApeTime

Installa l'APP
×