HomeIn vino veritasMontecucco rosso riserva doc 2016 della Tenuta Castello ColleMassari

Montecucco rosso riserva doc 2016 della Tenuta Castello ColleMassari

Una bottiglia interessante quella che ci presenta oggi il nostro wine lover: il Montecucco rosso riserva doc 2016 della Tenuta Castello ColleMassari.

Cantina: ColleMassari
Uvaggi: 80% Sangiovese, 10% Ciliegiolo, 10% Cabernet Sauvignon
Regione: Toscana
Gradazione: 14.50%
Prezzo: da 11.58 a 13.90€

I fratelli Maria Iris e Claudio Tipa, che condividono da sempre la passione per la natura e per i grandi vini, hanno realizzato il loro grande sogno creando un “Domaine” in Toscana. ColleMassari comprende: Il Castello ColleMassari, Grattamacco, Poggio di Sotto e la Tenuta San Giorgio.
La Tenuta Castello ColleMassari si trova come dicevo in Toscana alle pendici del Monte Amiata a circa 320 metri s.l.m.
Molto interessante risulta la struttura della cantina: un laboratorio sotterraneo di oltre 6000 metri quadri basato sui principi della bioarchitettura, del risparmio energetico e dell’ingegneria biodinamica sviluppandosi su 4 livelli consentendo la movimentazione delle uve e del mostosolo per la caduta.
Altre informazioni ve le “racconterò” quando parlerò del loro Irisse.

COLORE: rosso rubino intenso
AL NASO: ciliegia matura e note di frutta nera. Accenno di tabacco e legno.
IN BOCCA: risulta pieno con una buona struttura e un tannino che si sente, ma sisulta ben lavorato.

bottiglia Montecucco rosso Tenuta Castello ColleMassari
@un_sorso_di_vino

La fermentazione del mosto varia dai 25 ai 39 giorni in cisterne di acciaio inox a temperatura controllata. Anche la fermentazione malolattica viene fatta in acciaio. Metà del vino matura per 18 mesi in barrique e botti di rovere, 50% nuove e il restante 50% di secondo o terzo passaggio.

GIUDIZIO PERSONALE: 🌟🌟🌟☄️ ( 3.5 su 5)
Montecucco non é un a doc troppo conosciuta e che non viene apprezzata come si dovrebbe. Ovviamente non voglio paragonarla con altre in Toscana, ma ho trovato una bottiglia interessante ad un ottimo prezzo.

Stefano Giovannini
Da sempre appassionato di vino: "Su Instagram tutto è partito durante il primo lockdown, quando avendo un sacco di tempo libero, ho deciso di aprire una pagina che è il mio piccolo diario di bordo sulla mia passione enoica. Vini classici, naturali, bollicine, io sono dell'idea che esistono vini fatti bene e quelli fatti meno bene."

Aziende • Prodotti • Servizi

VINO

Bartender

Magazine ApeTime

Installa l'APP
×