HomeCocktail RicetteSatan's Whiskers Cocktail ricetta di un twist del Bronx dal nome diabolico

Satan’s Whiskers Cocktail ricetta di un twist del Bronx dal nome diabolico

Conosci il Satan’s Whiskers Cocktail? Improbabile. Scommettiamo che a ricordarsi la ricetta sarete in pochi. Eppure, non è una novità. Drink dal nome vagamente inquietante, compare per la prima volta nel Savoy Cocktail Book di Harry Craddock, uscito nel 1930.

A ben guardare, il Satan’s Whiskers Cocktail è una variante del Bronx. Ed è una rivisitazione diffusa in due versioni: “straight” con Grand Marnier e “curled” con orange curaçao.

Satan’s Whiskers cocktail La ricetta

Tecnica:
Shake and Strain
Bicchiere:
Coppetta
Ingredienti:
15 ml gin
15 ml dry vermouth secco
15 ml sweet vermouth
15 ml  orange curaçao
15 ml succo d’arancia
10 ml orange bitter

Nicole Cavazzuti
Mixology Expert è giornalista freelance, docente e consulente per aziende e locali. Ha iniziato la sua carriera con il mensile Bargiornale e, seppur con qualche variazione sul tema, si è sempre occupata di bar, spirits e cocktail. Oggi scrive di mixology e affini su VanityFair.it e Il Messaggero.it. Chiamata spesso come giudice di concorsi di bartending, ha ideato e condotto il primo master di Spirits and Drinks Communication. Da novembre 2019 è la responsabile della sezione bere miscelato del nostro ApeTime Magazine. Per 15 anni è stata la prima firma in ambito mixology del mensile Mixer, organo di stampa della FIPE, per il quale ha ideato diverse rubriche, tra cui il tg dell'ospitalità (Weekly Tv) e History Cocktail, ancora attive e oggi in mano agli ex colleghi di redazione.

Aziende • Prodotti • Servizi

VINO

Dolce Salato

[adrotate group="2"]