HomeBirraCina, ritrovati contenitori per la birra risalenti a 9mila anni fa

Cina, ritrovati contenitori per la birra risalenti a 9mila anni fa

Sono stati ritrovati in Cina contenitori per la birra risalenti a 9mila anni fa. Un gruppo di archeologi, nel sud-est del Paese, ha ritrovato i resti di numerosi vasi di birra.

Questo è l’anno dei ritrovamenti per il mondo della birra, la bevanda più antica della storia dell’uomo, sulla quale si stanno scoprendo sempre più aspetti storici di grande importanza. In febbraio, un team di archeologi statunitensi ed egiziani ha scoperto il più antico birrificio del mondo risalente a oltre 5mila anni fa: il ritrovamento è avvenuto all’interno del perimetro di un’ampia necropoli risalente all’Antico Egitto.

L’antichissima fabbrica di birra è ad Abydos, 450km a sud del Cairo, nel deserto che costeggia il fiume Nilo. Gli scavi hanno permesso d’ identificare un sito per la produzione della bevanda suddiviso in otto aree, ciascuna delle quali comprendeva circa 40 vasi di ceramica dove veniva contenuta la birra utilizzata anche per riti funebri e sacrificali. Le analisi dei reperti hanno inoltre dimostrato che era prodotta su larga scala: più di 22mila litri alla volta.

L’ultima scoperta arriva invece dalla Cina ed i reperti risalgono ad un epoca ancora antecedente, addirittura a 9.000 anni fa: un gruppo di archeologi infatti, nel sud-est del Paese, ha ritrovato i resti di numerosi vasi di birra. Come in Egitto, sono stati individuati all’interno di alcune sepolture: sembra infatti che anche presso le civiltà che popolavano il territorio asiatico fosse usanza bere alcolici durante i rituali funebri; questo, con ogni probabilità, era anche un rito in onore della divinità patrona della fertilità della terra che offriva la possibilità di produrre anche la birra.

vasi antichi birra ritrovati in Cina

L’archeologo Jiajing Wang, a capo del progetto, ha spiegato: “Probabilmente si trattava di una bevanda leggermente fermentata e dolce, di colore torbido”. Nei vasi erano presenti residui di piante, amido e resti di funghi: secondo gli esperti, si tratterebbe di birra di riso come dimostrerebbero le rimanenze di quest’ultimo trovate anche in altri contenitori utilizzati per consumare la bevanda.

All’epoca, la coltivazione del riso non era ancora ben sviluppata, motivo per cui si ritiene che fosse preparata solo per occasioni speciali, come per onorare i defunti. Quattro ciotole, nove barattoli e sette ‘hu pot’, ovvero delle primordiali pentole tradizionali: questo quello che è stato rinvenuto ad ulteriore testimonianza di quanto siano antiche la produzione ed il consumo di birra e altri alcolici.

“Incredibile come già 9mila anni fa gli abitanti del luogo si fossero accorti che gli avanzi di riso e i chicchi fermentati diventavano più dolci e alcolici con il tempo”, ha aggiunto Wang, principale promotore dell’importante studio.

“Certo, non c’erano le conoscenze e le tecnologie attuali, ma la capacità di osservazione non mancava: presumibilmente la gente di allora non conosceva la biochimica associata alla fermentazione dei cereali, ma osservava quel processo e lo sfruttava attraverso tentativi ed errori” ha concluso il ricercatore.

vasi antichi birra, Cina

Un’altra scoperta che, insieme a quella effettuata in Egitto ad inizio anno, aggiunge ulteriore fascino alla plurimillenaria storia della birra, una bevanda che ha sempre rivestito un ruolo centrale nella quotidianità di popolazioni anche molto diverse fra loro come quelle che abitavano lungo le rive del Nilo e nell’odierna Cina.

Redazione ApeTimehttps://www.apetime.com
Un’esperienza a 360° nel mondo degli Aperitivi e dei Cocktail che sfrutta i sistemi di Geolocalizzazione per trovare e raggiungere in tempo reale Locali, Eventi e Barman. ApeTime si rivolge ai Bartender, ai Gestori di Locali ed a tutte le Persone che vogliono divertirsi la sera sorseggiando un buon Cocktail o un gustoso Aperitivo.

Aziende • Prodotti • Servizi

VINO

Bartender

Magazine ApeTime

Installa l'APP
×