HomeLocali - Bar - CocktailbarMaison Bocum: a Palermo ristorazione, cocktail e arte in stile "club house"

Maison Bocum: a Palermo ristorazione, cocktail e arte in stile “club house”

Se non è stato l’ultimo locale inaugurato in Italia nel 2023, poco ci manca: perché Maison Bocum, a Palermo, ha aperto i battenti il 28 dicembre.

Ma ci sono altri e ben più validi motivi per parlare di questo nuovo ristorante-cocktail bar nel cuore dello storico quartiere della Vucciria, in via dei Cassari.

Innanzi tutto perché Bocum è il nuovo format lanciato dal gruppo Virga&Milano, ovvero dall’imprenditore Franco Virga e dalla moglie Stefania Milano, proprietario di altri sei locali nel capoluogo siciliano e non solo: Libertà, Aja Mola, Gagini, Stazione Vucciria sulla spiaggia di Pollina e Buatta, quest’ultimo presente da meno di un mese anche a Torino, all’interno del Mercato Centrale.

Poi perché costituisce un ennesimo tassello nel percorso di riqualificazione e rilancio della Vucciria, uno degli atichi quadranti di Palermo che, dopo decenni di abbandono, sta vivendo negli ultimi anni una vera e propria rinascita. Non a caso, negli spazi occupati oggi da Maison Bocum c’era un tempo una discoteca. Trovandosi proprio di fronte al Gagini, il ristorante più importante del suo gruppo, Virga ne prese la gestione nel 2015 allo scopo di riqualificare l’immagine complessiva della strada. Per poi avviare il nuovo progetto nel 2022, dopo avere acquisito le mura.

Format internazionale, materie prime siciliane

Infine perché – come hanno sottolineato Virga e Milano a Palermo Today – si tratta di un format di respiro internazionale (l’ispirazione dichiarata deriva dalle club house londinesi e newyorkesi) che unisce ristorazione, bar e arte nei vari spazi che compongono il locale, eleganti e curati nei dettagli. Entrando al piano terra si notano subito il grande bancone bar e la cucina a vista, mentre al piano superiore ci sono la “white room”, la sala bianca con 18 coperti al servizio del ristorante, pensata anche come “project room” per ospitare performance artistiche e misicali e mostre temporanee con la collaborazione della storica dell’arte Agata Polizzi. Inoltre ci sono alcuni spazi privati a disposizione dei clienti, dove poter mangiare e bere, conversare e rilassarsi con gli amici. Completano il tutto una sala cantina climatizzata, una sala liquori e una terrazza che si affaccia sui tetti di Palermo.

E il menu? La proposta food è curata dallo chef Alessandro Fanara: come spiega Virga, si tratta di “una cucina internazionale con influenze da tutto il mondo, asiatiche, piuttosto che sudamericane… però sempre con prodotti siciliani e a prezzi democratici”. Inoltre c’è una seconda carta di tapas da accompagnare ai cocktail e ai vini. A proposito di cocktail, continua Virga a Palermo Today, “abbiamo pensato di alzare il livello per fare cose più particolari, concentrandoci soprattutto sulla scelta degli spiriti. Abbiamo scelto referenze particolari, quasi introvabili e ci siamo affidati al bartender Angelo Moses che curerà la parte dei drink”.

Leggi anche:

Canopia Palermo, Sofia Mammana: “Bartender, se sei donna è più dura”

Stefano Fossati
Stefano Fossati
Redattore del tg Bluerating News, collaboratore delle testate economiche di Bfc Media, di Mixer Planet e naturalmente del Magazine ApeTime.

Aziende • Prodotti • Servizi

VINO

Dolce Salato