HomeVinoAste Bolaffi, la prima asta di vini pregiati e distillati del 2021

Aste Bolaffi, la prima asta di vini pregiati e distillati del 2021

Aste Bolaffi, la prima asta del 2021, si è chiusa con un ricavo di 241000 euro e la vendita del 93% dei pezzi battuti

Tra i lotti vini pregiati italiani, distillati e non solo

Un mercato che non conosce crisi, quello dei grandi vini pregiati, la conferma anche a guardare il risultato della prima asta di vini pregiati e distillati del 2021, organizzata la scorsa settimana on-line da Aste Bolaffi.

L’organizzazione di un evento a distanza è stata ovviamente resa necessaria dalla situazione Covid, ma il pubblico ha risposto bene, tanto che sono già stati confermati altri due appuntamenti nel 2021 (il prossimo in giugno) per un totale dunque di 3 date, a differenza delle 2 che si tenevano, in presenza, prima della pandemia.

Ma tornando all’asta tenutasi settimana scorsa, 16 marzo, erano previsti 236 lotti con vini italiani pregiati da varie regioni, ma anche qualche vino francese, più diversi distillati e vini liquorosi; il valore delle bottiglie imponeva basi d’asta che hanno raggiunto anche gli 8000 euro; e il risultato è stato decisamente lusinghiero per la casa d’asta che ha chiuso la sessione con un ricavo di 241000 euro e con la vendita del 93% dei pezzi battuti.

Al top delle offerte lo scotch whisky Black Bowmore 1964, per il quale sono stati offerti ben 10.000 euro. Per quanto riguarda i vini invece, quelli più apprezzati e pagati sono stati quelli piemontesi e della Borgogna.

Per il Piemonte l’offerta maggiore è stata fatta per 5 bottiglie di Barolo Monfortino Riserva Giacomo Conterno delle annate che vanno dal 90 al 97, che sono state vendute per 4500 euro; molto bene anche il Barbaresco Santo Stefano di Neive etichetta Bianca 1970 di Bruno Giacosa (11 bottiglie per 4000 euro).

La Toscana ha avuto la sua miglior valorizzazione con 3 bottiglie di Masseto del 2015 assegnate a 2500 euro e ancora una selezione di Brunello di Montalcino 1987 Case Basse Gianfranco Soldera (2.400 euro) e una verticale di Sassicaia dal 1999 al 2014 (1.900 euro). La Borgogna ha però staccato le offerte più generose nel campo dei vini, con il Domaine de la Romanèe Conti con alcuni lotti di bottiglie aggiudicati anche per €7200.

Per gli appassionati del settore il prossimo appuntamento è dunque a giugno, sperando sia anche l’occasione di acquistare una bottiglia per brindare all’uscita dalla pandemia!

ARTICOLI CORRELATI

Redazione ApeTimehttps://www.apetime.com
Un’esperienza a 360° nel mondo degli Aperitivi e dei Cocktail che sfrutta i sistemi di Geolocalizzazione per trovare e raggiungere in tempo reale Locali, Eventi e Barman. ApeTime si rivolge ai Bartender, ai Gestori di Locali ed a tutte le Persone che vogliono divertirsi la sera sorseggiando un buon Cocktail o un gustoso Aperitivo.

Aziende • Prodotti • Servizi

VINO

Bartender

Translate »