HomeCocktail bar in 60 secondiAperitivo (e non solo) a Milano: al Baobar fra Mare Fuori e...

Aperitivo (e non solo) a Milano: al Baobar fra Mare Fuori e Jack Sparrow

Baobar è ormai una vecchia conoscenza nel panorama dei locali milanesi, non lontano da Porta Venezia. Eppure non finisce mai di stupire.

Rilevato e rilanciato da quasi un decennio dall’attuale gestione di David e Antonio, il Baobar si distingue sempre per il bel bancone, l’elegante ambiente interno e il rilassante dehors su via Eustachi; quello che si evolve anno dopo anno è l’offerta, basata su una proposta food e drink studiata nei minimi dettagli per coinvolgere tutti i 5 sensi.

Baobar, Milano

L’ultima novità, in particolare, è la drink list 2024, che ha fatto il suo debutto con l’arrivo della primavera. Frutto della ricerca e dell’esperienza del bar manager Marco Contarini, è composta da 10 signature originali (di cui due analcolici) ispirati al tema dei cartoon, dei film e delle serie tv cult. E in grado di accontentare i gusti più variegati: si va ad esempio dal delicato Mare Fuori, con vodka ridistillata con alghe e sale marino miscelata con liquore di alga spirulina, al più dolce Il Tempo delle Pere con distillato di pera e liquore di vaniglia.

Mare Fuori (foto Nicole Cavazzuti)

Per chi ama i sapori più “corposi”, poi, si arriva al Capitan Jack Sparrow, a base di rum bianco macerato con spezie e peach brandy, al Toad con vodka ridistillata con porcini e pane e soprattutto al Tutti i Gusti +1, dalle note decise date dal tequila al limone nero essiccato e pepe bianco, dal mezcal, dall’orange curacao home made e dallo sciroppo di pimento. In tutti i casi, l’estrema cura dedicata allo studio dei drink si fa notare a prima vista anche dalle garnish, realizzate in casa per ogni drink sempre all’insegna della qualità degli ingredienti e del minimalismo estetico.

Marco Contarini (foto Nicole Cavazzuti)

Less is more

Del resto, “less is more” è il concetto che ispira molte ricette di Contarini, convinto del fatto che qualità e originalità non significhino necessariamente eccessiva complessità. E, assaggiando i suoi ultimi cocktail, a partire dall'”essenziale” Cetriolo Rick (gin e cordial al peperoncino e cetriolo), non possiamo che dargli ragione. Anche perché, aggiungiamo noi, si nota quell’ingrediente in più che non è segnato nel menu, fatto di passione, conoscenza di tecniche e materie prime e di studio.

Dim Sum

Contaminazioni in cucina

Per l’aperitivo, dalle 19 alle 21.30 ogni drink viene servito insieme con un piccolo tagliere di stuzzichini, ma dopo avere dato un’occhiata al menu food ci si rende conto che potrebbe valere la pena di fermarsi anche per cena. Proprio come i cocktail, anche i piatti in lista sono tutt’altro che banali: una base di ricette e materie prime di qualità della tradizione italiana, contaminate da sapori delle cucine latina e orientale, fra appetizer sfiziosi, primi, carni, rivisitazioni di piatti giapponesi o tailandesi, filetti di salmone e insalate. E alla fine, sarà difficile (almeno per i più golosi) resistere ai dolci, selezionati con lo stesso riguardo del resto del menu.

Cetriolo Rick (foto Nicole Cavazzuti)

Il Baobar è aperto tutti i giorni: dal lunedì al venerdì a pranzo dalle 12 alle 15 e la sera dalle 18 all’1 (le 2 il venerdì), sabato dalle 18 alle 2 e domenica dalle 12 all’1 (“brunch time” compreso, quindi).

Leggi anche:

Aperitivo a Milano: Mint Garden, per un buon drink fra fiori e piante

Stefano Fossati
Stefano Fossati
Redattore del tg Bluerating News, collaboratore delle testate economiche di Bfc Media, di Mixer Planet e naturalmente del Magazine ApeTime.

Aziende • Prodotti • Servizi

VINO

Dolce Salato