HomeVinoLo Champagne francese non potrà più chiamarsi così in Russia

Lo Champagne francese non potrà più chiamarsi così in Russia

Bere una coppa di Champagne nella Piazza Rossa è un’altra cosa, letteralmente. Ecco cosa sta succedendo in Russia.

È di pochi giorni fa la notizia che attraverso un’apposita legge, Putin ha decretato che in Russia si potrà chiamare Champagne solo una bevanda prodotta entro i confini nazionali. E così, paradossalmente lo Champagne francese (denominazione di origine protetta il cui nome deriva direttamente dall’area di produzione) dovrà chiamarsi semplicemente spumante.

Non ci sono denominazioni di origine o riferimenti geografici che tengano, questa la decisione dello <zar russo> che non ha mancato di provocare immediate reazioni in tutto il mondo degli appassionati, e soprattutto ovviamente in Francia. In attesa della reazione ufficiale del governo francese il gruppo Lvmh, cui fanno capo le etichette “Moet Chandon”, “Veuve Cliquot” e “Dom Perignon” (seguito a ruota da varie altre organizzazioni di produttori fra cui il Comité Champagne, organizzazione inteprofessionale che riunisce viticoltori e maison dell’area), ha fatto sapere che, vista la situazione, sono state bloccate temporaneamente le esportazioni di Champagne verso la Russia. <La sospensione – è stato precisato in una nota – resterà in vigore per il tempo necessario a trovare una soluzione appropriata>.

Va detto che fin dall’epoca dell’Unione sovietica in realtà la parola Champagne scritta in cirillico identificava una bevanda alcolica e frizzante prodotta nelle distillerie russe, con un processo di poche settimane. Ma che ora, per legge, questa denominazione che già era al limite, sia riservata in esclusiva solo a questo tipo di produzione, pare una forzatura non da poco. Buona parte del mondo della distribuzione di vini e liquori in Russia non fa drammi però; si sottolinea anzi come la quota di vini Champagne francesi sia veramente molto limitata e dunque, nonostante il blocco delle importazioni, non vi saranno crisi o drammi (anche se a gradire l’importazione del vero Champagne francese son persone anche importanti, politicamente ed economicamente).

L’augurio dei russi è che i francesi possano accettare la denominazione spumante per i loro vini; ma la cosa pare davvero veramente molto difficile.

Redazione ApeTimehttps://www.apetime.com
Un’esperienza a 360° nel mondo degli Aperitivi e dei Cocktail che sfrutta i sistemi di Geolocalizzazione per trovare e raggiungere in tempo reale Locali, Eventi e Barman. ApeTime si rivolge ai Bartender, ai Gestori di Locali ed a tutte le Persone che vogliono divertirsi la sera sorseggiando un buon Cocktail o un gustoso Aperitivo.

Aziende • Prodotti • Servizi

VINO

Bartender

Magazine ApeTime

Installa l'APP
×
Translate »