HomeCocktail RicetteRicetta cocktail, un Americano con whiskey... alla maniera del Love Craft. VIDEO

Ricetta cocktail, un Americano con whiskey… alla maniera del Love Craft. VIDEO

Il Love Craft, a Firenze in San Frediano, è il primo whisky bar della città e forse di tutta la Toscana. In carta, oltre a un assortimento di altri distillati e liquori, ci sono oltre 300 etichette di whisky da tutto il mondo.

Ovvio che qui, di cocktail con il whisky, se ne intendano… Ecco perché abbiamo chiesto a Manuel Petretto, titolare del locale insieme con Gabriele Guazzini, di mostrarci la preparazione di un twist on classic dalla loro drink list, a base naturalmente di whisky.

Anzi, di whiskey, dal momento che si utilizza il bourbon per il Tipo Americano: si tratta ovviamente di una rivisitazione del classico Americano, storico cocktail nato nella seconda metà dell’Ottocento nel bar di Gaspare Campari a Milano. Le differenze? Di seguito le due ricette a confronto, quella del twist del Love Craft e quella classica codificata da Iba nel 1987.

Americano La ricetta del Tipo Americano del Love Craft di Firenze

Tecnica:
Build

Bicchiere:
Old fashioned

Ingredienti:
10 ml sciroppo di pompelmo rosa Monin
30 ml bitter Campari
30 ml bourbon Wild Turkey
Top Schweppes al pompelmo rosa

Garnish:
Fettina e zest di limone

La ricetta Iba dell’Americano

Tecnica:
Build

Bicchiere:
Old fashioned

Ingredienti:
30 ml bitter Campari
30 ml vermouth rosso
Top soda

Garnish:
Spicchio di arancia e zest di limone

Leggi anche:

Cocktail ricetta: l’Americano con la birra dello Skyline Rooftop Bar

Nicole Cavazzuti
Nicole Cavazzuti
Mixology Expert è giornalista freelance, docente e consulente per aziende e locali. Ha iniziato la sua carriera con il mensile Bargiornale e, seppur con qualche variazione sul tema, si è sempre occupata di bar, spirits e cocktail. Oggi scrive di mixology e affini su VanityFair.it e Il Messaggero.it. Chiamata spesso come giudice di concorsi di bartending, ha ideato e condotto il primo master di Spirits and Drinks Communication. Da novembre 2019 è la responsabile della sezione bere miscelato del nostro ApeTime Magazine. Per 15 anni è stata la prima firma in ambito mixology del mensile Mixer, organo di stampa della FIPE, per il quale ha ideato diverse rubriche, tra cui il tg dell'ospitalità (Weekly Tv) e History Cocktail, ancora attive e oggi in mano agli ex colleghi di redazione.

Aziende • Prodotti • Servizi

VINO

Dolce Salato