HomeVinoVini con poco o senza alcol sempre più in crescita

Vini con poco o senza alcol sempre più in crescita

È da un po’ che se ne parla, prodotto in crescita, si dice, nonostante le difficoltà normative in Europa (segnatamente nei paesi dove il vino è tradizione e cultura), ma i numeri dei vini con poco o senza alcol (ormai detti “vini No.lo”), nel mercato globale sono sempre più una realtà di peso.

Notevolissima la crescita negli ultimi anni per esempio negli Stati Uniti, dove sicuramente la cultura del vino vero è più marginale, e queste nuove opportunità si sposano meglio al gusto locale. Ed è così che un’impresa italo-americana, marchio “Stella rosa” di proprietà della “Rivoli family” ha messo a segno negli ultimi anni una crescita clamorosa: nel 2015 commercializzava un milione di casse di prodotto, nel 2021 ne commercializzava ben 7,2 milioni.

E la crescita è confermata anche dagli ultimi dati, in particolare nei primi mesi del 2023 secondo dati forniti dal’Osservatorio economico dell’Unione italiana vini, più di un terzo degli acquisti di vino nella grande distribuzione Usa ha riguardato vini a basso contenuto di alcool: sui banchi dei supermercati sono stati acquistati vini per 906 milioni di euro e di questi oltre il 42% erano vini a basso contenuto di alcool, che qui da noi neanche si possono chiamare vini.

La conclusione di tutto questo, per molti analisti, è che la filiera Italiana deve riflettere: il mercato non è solo costituito da appassionati e puristi, ma vi è una richiesta crescente di prodotti che strizzano l’occhio soprattutto ai giovani di alcune regioni del mondo, dove i gusti sono molto diversi dai nostri.

Il segretario generale dell’Unione italiana vini, Paolo Castelletti si è detto sorpreso del peso assunto sul mercato Usa da Stella Rosa, commercializzando prodotti low alcol con aromi alla frutta provenienti dall’Italia e in particolare dal Piemonte. “Un fenomeno che deve far riflettere la nostra filiera – ha detto – che rimane chiaramente quella tradizionale dell’alta qualità e del sistema delle denominazioni, ma ciò non deve escludere l’apertura verso forme produttive più “laiche”, con “contaminazioni” che assecondino una domanda sempre più disimpegnata e spesso attenta al grado alcolico”.

CONTINUA A LEGGERE

TROVA NUOVI FORNITORI DI VINO

Redazione ApeTime
Redazione ApeTimehttps://www.apetime.com
ApeTime è un sistema di portali digitali e profili social dedicati a Bar, Ristoranti e Hotel che propongono Cocktail, Aperitivi, Food, Beverage, Hospitality e a tutte le aziende fornitrici del settore Ho.Re.Ca.

Aziende • Prodotti • Servizi

VINO

Dolce Salato