HomeFoodAzotea: cena a 4 mani all’insegna di sapori e profumi del Sud...

Azotea: cena a 4 mani all’insegna di sapori e profumi del Sud America

Il nuovo evento firmato Azotea si prepara a conquistare Torino.

Azotea ospita La Taskita per una cena a 4 mani

Martedì 21 maggio il cocktail-restaurant nikkei Azotea di Torino ospiterà il ristorante non convenzionale di Alassio La Taskita per una cena a 4 mani dal taglio internazionale. Lo spirito della serata sarà la condivisione, all’insegna di sapori e profumi esotici: dal Perù all’Argentina alla Colombia, fino al Giappone. Per ogni portata vi sarà un abbinamento cocktail in formato sip (sorso), che porterà l’esperienza ad un altro livello.

azotea torino

“Con la chef Briggith e il bar manager Roberto c’è stata una grande intesa a livello gastronomico, praticamente immediata” ha dichiarato l’anima della sala e una delle due metà di Azotea, Noemi Dell’Agnello. “Da qui la scelta quasi naturale di organizzare una cena a 4 mani, che rappresenta un incontro tra culture diverse ma molto affini tra loro, che abbracciano tutto il Sud America e che guardano anche verso l’estremo Oriente”.

“Poter ospitare professionisti come Briggith è sempre un grande piacere, oltre che uno stimolo per apprendere spunti nuovi. Il menu della serata racconterà le nostre cucine, ma sarà anche un vero e proprio strumento di diffusione culturaleha detto lo chef peruviano di Azotea Alexander Robles. “Portare il nostro progetto in trasferta a Torino ci rende molto orgogliosi. È un piccolo grande passo per noi che siamo aperti da pochi mesi – da aprile 2023 –.

Per mettere a punto la proposta gastronomica di Taskita ci siamo ispirati ai viaggi in giro per il mondo e alla nostra voglia insaziabile di provare e sperimentare. Ed è proprio su questa scia che abbiamo definito i piatti della serata” ha dichiarato la chef colombiana de La Taskita Briggith Otero Moreno.

IL MENU DELLA SERATA

L’inizio della cena sarà affidato agli amuse bouche. La Taskita proporrà tre assaggi provenienti da tre regioni diverse della Colombia: Empanada colombiana ripiena di carne e patate, aji al mango, tipica di Cali e preparata con un impasto a base di farina di mais, Arepa boyacense, proveniente dalla regione andina e ripiena di formaggio fresco, tipo queso campesino, e Butifarra, una salsiccia di manzo e maiale cotta alla griglia, caratteristica della Costa Caribe. Azotea servirà invece una Cialda al carbone vegetale con maionese all’aji amarillo e l’Ostrica Acevichada, un signature dell’insegna, in cui il mollusco viene condito come un piccolo ceviche con soia, lime, cipolla rossa di Tropea e passion fruit, accompagnata da platano croccante.

Alla voce antipasti, si potranno assaggiare due ricette di Alexander Robles. Il Ceviche Moray è un omaggio agli omonimi terrazzamenti andini in cui un tempo, a diversi microclimi e altitudini venivano coltivate verdure di ogni genere e tipo.

Il piatto peruviano viene rivisitato in chiave vegetariana per l’occasione e preparato con leche di topinambur, okra una verdura dal gusto simile all’asparago e al carciofo , olluco un tubero tipico del Perù , puntarelle, daikon, mais choclo, yuyo una varietà di alga , composta di pere e agrumi e polvere di loomi una tipica preparazione orientale composta da lime essiccato .

Il secondo antipasto, Bolivia, valorizza il bok choy o cavolo cinese, cotto con un’estrazione di frutto della passione e lulo, prima di essere brasato e accompagnato a gel di avocado, noci di macadamia, fava tonka, papa milenaria una patata boliviana liofilizzata utilizzata fin dai tempi degli Incas e acidulato di algarrobina, preparato con sciroppo di carruba, acidulato di umeboshi e aceto di vino bianco.

A seguire, due piatti de La Taskita. La Trota marinata agli agrumi e cimarron, arepa crocante, maionese al coriandolo, uchuva esalta un pesce consumato nelle zone centrali della Colombia, qui accompagnato da un tocco fresco ed esotico, dato dal cimarron, una specie di coriandolo, e dall’uchuva, l’itaiano alchechengi.

Il Tamal di pesce ed encocado rispecchia invece la biodiversità del Pacifico colombiano, rappresentato dalla salsa el encocado, a base di latte di cocco e delle spezie autoctone pipilongo e poleo.

Il secondo piatto, Argentina, sarà a firma di Azotea. Il churrasco argentino verrà in questo caso riproposto con diaframma marinato in una salsa di peperoncino aji panca, salsa di soia, zenzero e birra di riso, quindi cotto alla brace con chayote un ortaggio dal gusto a metà tra quello di una zucchina e di una patata indivia belga, crema di zucca e lucuma, e infine servito con salsa argentina chimichurri: un intingolo di coriandolo, prezzemolo, origano, peperone, aglio, olio evo.

Leggi anche: Cocktail verdi, dopo il boom a Roma #P31GreenParty raddoppia a Milano

Redazione ApeTime
Redazione ApeTimehttps://www.apetime.com
ApeTime è un sistema di portali digitali e profili social dedicati a Bar, Ristoranti e Hotel che propongono Cocktail, Aperitivi, Food, Beverage, Hospitality e a tutte le aziende fornitrici del settore Ho.Re.Ca.

Aziende • Prodotti • Servizi

VINO

Dolce Salato