HomeIn vino veritasDomaine de La Tour du Bon: un vino da assaporare

Domaine de La Tour du Bon: un vino da assaporare

Su un promontorio, all’estremo Nord Ovest dell’appelation Bandol, pone le sue fondamenta il Domaine de La Tour du Bon, uno dei membri fondatori della denominazione provenzale.

La Tour du Bon deve il suo nome ad una torre di guardia che un tempo sorgeva sul punto culminante della tenuta allo scopo di proteggere il villaggio.
Acquistato nel 1968 dalla famiglia Hocquard, che ha investito molto sull’impianto di nuovi vigneti, oggi la proprietaria è Agnès Henry, coadiuvata in cantina da Julien e Pierre, maître de chai e chef de culture.

Oggi il Domaine conta 12 ettari condotti in biologico, suddivisi in diversi appezzamenti sparsi all’interno dell’appelation, su diverse tipologie di suolo, da argille arenarie, fino a marne sabbiose, e dove trovano posto i tipici vitigni provenzali, tra cui primeggia, come è tipico nel territorio Bandol, il mourvèdre, contornato da grenache, cinsault, carignan, clairette e rolle.

vino Domaine de La Tour du Bon

In cantina, gli interventi sono ridotti al minimo, per accompagnare i vini alla loro naturale espressione, e trovano posto tini in acciaio inox, utilizzati per bianchi e rosati, e legni grandi dove invece vengono vinificati e affinati i rossi, tradizionalmente con diraspature solo parziali. Dal 2013 hanno fatto il loro ingresso anche le anfore, da cui prende vita l’En Sol, un mourvèdre da lunga macerazione sulle bucce, ed è proprio il vino che ho scelto per questo articolo.

L’En Sol di Domaine de la Tour du Bon è un vino rosso fresco, materico e tannico,100% Mourvèdre, fermentazione spontanea in anfore di terracotta e macerazione sulle bucce per 6 mesi. Affinamento e decantazione in tini di acciaio inox per 3 mesi. Solo 3000 bottiglie.
Sicuramente un vino da bere tra amici, divertimento assicurato!

CONTINUA A LEGGERE

TROVA NUOVI FORNITORI DI VINO

Paolo Mantovani
Paolo Mantovani
Appassionato di vino che ha trovato nei vini naturali la sua vera strada. Nessun prodotto chimico in vigna, fermentazione con lieviti indigeni e possibilmente con vitigni autoctoni: questo in poche parole si intende per vini naturali. Con questa nuova avventura ho deciso di portare al servizio di chi mi segue questa mia passione e ricerca, convinto e deciso nella scelta effettuata di bere in modo consapevole e sano. Salute, Terroir, Tradizione, Rispetto per la Salute, Digeribilità sono le chiavi per (ri) scoprire il vino Naturale che troverete nel mio profilo Instagram.

Aziende • Prodotti • Servizi

VINO

Dolce Salato