HomeCuriositàPizza Margherita a meno di 2€? È possibile da Sir Pizzeria in...

Pizza Margherita a meno di 2€? È possibile da Sir Pizzeria in occasione del #MargheritaDay!

Ammettiamolo, l’Italia è divisa in due: da una parte c’è chi grida vendetta per un piatto di pasta al pomodoro così caro nei ristoranti, dall’altra i pizzaioli che ritengono che la pizza margherita dovrebbe costare di più. Dove sta la verità? Soprattutto, qual è il prezzo giusto della pizza margherita?

Un disco di pasta, un po’ di sugo e mozzarella, olio, basilico: ma davvero il prezzo della pizza margherita dipende solo da questi ingredienti? Non si direbbe. Fare impresa in Italia oggi è dura e, d’altro canto, molti pizzaioli sanno solo fare le pizze e non gestire un’impresa. Ma il focus di oggi è sulla pizza più richiesta del secolo, proprio in occasione del prossimo 9 giugno, quando si celebra la giornata della pizza margherita. Andiamo a conoscere chi, un po’ per provocazione, riesce a proporla almeno in questa giornata al prezzo più economico mai visto: meno di 2€ per una pizza margherita!

Pizza Margherita nel piatto

Ma come è possibile?

“Spesso la pizza margherita viene venduta anche sopra i 10€, contestualizzando città turistiche o meno. La mia idea era lanciare un segnale: il fatto che, venduta a 2€ (1,98€ per la precisione), ci si può guadagnare lo stesso.” Queste le parole di Natalio Milillo, fondatore di Pizzeria Sir. Quando ho saputo di questa polemica, non potevo non ascoltare la sua teoria di persona.

Prima di entrare nel dettaglio, cosa è il Margherita Day e perché si festeggia?

Il 9 giugno è una data significativa perché, nel lontano 1889, i pizzaioli Esposito e Brandi fecero assaggiare alla regina d’Italia, Margherita di Savoia, una pizza condita con soli pomodoro, mozzarella e basilico. Da questo aneddoto prende il nome il simbolo per eccellenza della cucina italiana, rappresentativo del nostro Paese anche nei colori, che richiamano proprio la bandiera italiana.

Ovviamente all’epoca non costava 2€, ma tornando a ciò che ha incuriosito e creato scompiglio tra molti colleghi, parliamo della pizza margherita più economica d’Italia: come si fa a venderla a 1,98€?

“La pizza margherita deve essere la pizza popolare, accessibile a tutti, quella che accorcia le distanze tra tanti ceti sociali, e allo stesso tempo può essere venduta a 1,98€ guadagnandoci anche.”

Dopo queste parole, Natalio entra nel dettaglio: un disco di pasta di soli 180 grammi, 50 grammi di salsa di pomodoro e 50 grammi di fior di latte. Abbiamo un food cost di soli 0,60€, che rappresenta circa il 30% del costo totale. Aggiungendo l’incidenza delle spese, delle tasse e il 10% di iva, si può comodamente raggiungere la soglia di 1,98€ come prezzo finale da servire a tavola.

Trancio di Pizza Margherita

 Quanto costa la tua pizza margherita sul menù?

“Sul menù la propongo a 6€, con un impasto di 230 grammi, e tra salsa di pomodoro e fior di latte superiamo i 150 grammi, ma con un food cost che oscilla tra 1,50€ e 1,70€. Con questa provocazione volevo dimostrare che è possibile vendere la margherita a un prezzo più basso, ma molti colleghi si adagiano sull’idea comune che non si guadagni tanto rispetto al famoso piatto di pasta al pomodoro al ristorante.”

Che ne pensano i tuoi colleghi di questa mossa in occasione del giorno che celebra questa pizza?

“Ho ricevuto molte critiche, alcune anche pesanti, ma l’idea non era né guadagnare né colpire nessuno. Ognuno è libero di gestire i prezzi nel proprio locale. Io, addirittura, ho donato oltre 200 pizze margherite per il 9 giugno a sostegno di molte famiglie della mia città, volevo lasciare un segno e creare un precedente.”

Ho avuto il piacere di assaggiare la pizza margherita a 1,98€ e devo dire che era sicuramente meglio di molte altre che ho provato. Anche se abituato alla classica pizza margherita dove abbonda la mozzarella, qui era più equilibrata. Ma, d’altronde, con 2€ ho avuto anche il resto!

Favorevole o meno a questo tipo di iniziative? Beh, le provocazioni piacciono a tutti e personalmente ne ho viste tante. Proprio sulla pizza, ho avuto il piacere di testare 5 birre artigianali da abbinare a una pizza margherita surgelata.

Tutto sommato apprezzo il lato sociale di queste iniziative. La pizza margherita, alla fine, rimane un entry-level del mondo della pizza, accessibile a tutti. Per quanto se ne possano inventare, sono sempre tre ingredienti popolarissimi che la fanno da padrona. Quindi, evviva le tradizioni ed evviva la pizza margherita!

Francesco Selicato
Francesco Selicatohttps://www.francescoselicato.it/
Beer Blogger appassionato di storie che ruotano intorno al mondo Horeca, scrive per diverse testate food tra cui anche il Magazine ApeTime, fondatore del suo blog www.francescoselicato.it/

Aziende • Prodotti • Servizi

VINO

Dolce Salato