HomeCronacaVacanze Italiane per Sanna Marin, la Capo di stato più giovane d'Europa

Vacanze Italiane per Sanna Marin, la Capo di stato più giovane d’Europa

Sanna Marin ha scelto le colline del Prosecco, dal 2019 patrimonio dell’Umanità, per trascorrere qualche giorno di relax.

La premier finlandese nei dolci colli veneti cerca probabilmente di dimenticare questi mesi complicati che la hanno vista protagonista delle difficili trattative che stanno portando il suo paese ad abbandonare la neutralità e aderire alla Nato, per mettersi al riparo da un eventuale nuovo tentativo espansionistico della Russia, alla luce dei drammatici fatti di questi mesi in Ucraina.

vigneti nelle colline venete

Sanna Marin, 36 anni, più giovane leader di Governo nella storia del suo Paese (e quando è stata eletta era la più giovane donna al mondo eletta a capo di un paese) ha soggiornato nei giorni scorsi in un Villa Palladiana settecentesca recentemente ristrutturata e trasformata in hotel di charme (Villa Soligo) ai piedi del Colle di San Gallo.

Era accompagnata dal marito e da alcuni amici, e ha trascorso giornate di pieno relax e immersione nella natura e ovviamente anche nell’enogastronomia locale; il Corriere della Sera ha rivelato il menù (vegetariano) con cui lo chef Tino Vettorello avrebbe dato il benvenuto alla presidentessa: crema di piselli, melanzane, e i migliori fra i rari porcini della stagione.

Una soddisfazione e anche un grande spot internazionale per quest’area e per il suo prodotto bandiera, il prosecco.

Nel 2019 le Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene (provincia di Treviso) sono state dichiarate Patrimonio dell’Umanità UNESCO.

Si tratta di 181 chilometri quadrati tra declivi coltivati a vite e borghi situati sulla sinistra del fiume Piave; una zona – è scritto nella motivazione ufficiale dell’assegnazione del riconoscimento Unesco – che include una serie di catene collinari, che corrono da est a ovest, e che si susseguono l’una dopo l’altra dalle pianure fino alle Prealpi, equidistanti dalle Dolomiti e dall’Adriatico il che ha un effetto positivo sul clima e sulla campagna> da cui appunto ha preso origine l’eccellenza internazionale del prosecco.

LEGGI ANCHE…

I vini Dop e Igp italiani finalmente avranno una marcia in più per promuoversi

Biodivino, in scena il vino biologico e biodinamico italiano

Il Consorzio per la Tutela dei Vini Bolgheri vince un’altra frode

Antonio Rinaldi
Giornalista pubblicista e Guida Ambientale Escursionistica appassionato di Natura a 360 gradi (e negli ultimi anni sempre più vicino anche al mondo dell’Agricoltura “naturale”); unisce le due attività professionali scrivendo per Apetime di realtà agricole e vitivinicole di pregio, e spesso organizzando escursioni di conoscenza diretta di queste realtà. Collabora dal 2010 col quotidiano di Parma, per il quale ha realizzato anche Pubblicazioni sul Parco Nazionale dell’Appenino tosco-emiliano.

Aziende • Prodotti • Servizi

VINO

Dolce Salato

[adrotate group="2"]