HomeCuriositàBar hippie: Cala de San Pedro nella riserva di Cabo De Gata...

Bar hippie: Cala de San Pedro nella riserva di Cabo De Gata in Andalusia

Dedicato agli amanti di spiagge e bar hippie. Ecco un indirizzo decisamente unico che in Italia conoscono in pochi: Cala de San Pedro.

Siamo nel Sud della Spagna, nella riserva naturale di Cabo De Gata in Andalusia. Prendete nota.

hippie barParliamo di una spiaggia lunga 250 metri con acqua cristallina e sabbia finissima circondata da montagne e occupata negli anni ’70 – grazie alla presenza di una fonte d’acqua- da una comunità hippie che ha ristrutturato le antiche strutture disabitate in pietra e costruito nuove case con materiali di recupero.

hippie barAll’epoca erano circa 300 anime, oggi a risiedere stabilmente sono appena una cinquantina di hippie dediti al commercio di oggetti artigianali sulla spiaggia e ad attività di food & beverage, insomma a bar “irregolari”.

COME ARRIVARE
Per raggiungere Cala de San Pedro ci sono due possibilità: inerpicarsi lungo i sentieri della montagna per circa un’ora di cammino, oppure prendere un gommone dalla spiaggia di Las Negras. Il viaggio dura 15 minuti.

hippie barI LOCALI HIPPIE
Ci sono due bar e diverse tende sulla spiaggia che vendono bibite fresche e panini.‎ ‎

‎Se volete andarvi a piedi lasciate l’auto nel parcheggio alla fine della strada che parte da ‎‎Las Negras‎‎ e incamminatevi lungo il sentiero polveroso in direzione della cala. ‎
‎ ‎
‎ ‎

‎Un punto di riferimento è il ‎‎Castello di San Pedro‎‎. ‎Quando lo vedrete, vi mancherà poco!
‎ ‎ ‎

LEGGI PURE
Nicole Cavazzuti
Mixology Expert è giornalista freelance, docente e consulente per aziende e locali. Ha iniziato la sua carriera con il mensile Bargiornale e, seppur con qualche variazione sul tema, si è sempre occupata di bar, spirits e cocktail. Oggi scrive di mixology e affini su VanityFair.it e Il Messaggero.it. Chiamata spesso come giudice di concorsi di bartending, ha ideato e condotto il primo master di Spirits and Drinks Communication. Da novembre 2019 è la responsabile della sezione bere miscelato del nostro ApeTime Magazine. Per 15 anni è stata la prima firma in ambito mixology del mensile Mixer, organo di stampa della FIPE, per il quale ha ideato diverse rubriche, tra cui il tg dell'ospitalità (Weekly Tv) e History Cocktail, ancora attive e oggi in mano agli ex colleghi di redazione.

Aziende • Prodotti • Servizi

VINO

Dolce Salato