HomeLocali - Bar - CocktailbarI cocktail non vengono più serviti “da soli”

I cocktail non vengono più serviti “da soli”

Apre a Roma il primo locale che unisce miscelazione e cucina, un modo tutto nuovo di concepire i cocktail

 Si chiama gastro-miscelazione ed è il nuovo trend che guida il mondo della mixology: ogni cocktail viene composto con tecniche e prodotti della cucina.

La cultura del bere, soprattutto nelle generazioni più giovani, si è spostata verso prodotti di più elevata qualità e cocktail di grande ricerca. I consumatori sono sempre più attenti a ciò che ordinano e non lo fanno più “tanto per bere”, ma ricercano un’esperienza unica nel suo genere.

Verrà inaugurato in zona Prati, Chymeia, il locale dove drink e food si esalteranno reciprocamente

 Secondo un recente report realizzato da The Future Laboratory e Bacardi, tra i principali trend 2022 del settore della miscelazione rientrano l’attenzione verso gli ingredienti che compongono il cocktail, la curiosità per i drink a bassa gradazione alcolica e la ricerca di nuove esperienze di gusto.

Il semplice cocktail, preparato in pochi secondi e con poca attenzione, non basta. Lo sa bene il bar manager romano Roberto Radaelli, che dopo aver fondato nel 2020 vari corsi per aspiranti bartender, si apre a nuovi progetti e a novembre 2022 darà vita a Chymeia “gastro-miscelazione”, il primo locale romano in cui il mondo del beverage e della miscelazione si unisce a quello della gastronomia.

Il locale, che non sarà un semplice cocktail bar, sorgerà in un elegante quartiere della Capitale (zona Prati – Musei Vaticani) e avrà l’obiettivo di dare la possibilità a tutte le persone appassionate della vita “dietro al bancone” di far pratica e affacciarsi al mondo del lavoro.

Dopo aver formato tantissime persone attraverso Alchimista Academy,la scuola per barman che sto attualmente gestendo insieme a un team di grandi professionisti, mi sono accorto che la maggior parte delle persone, una volta terminato il corso di specializzazione per barchef, si sentiva spaesata. Le tecniche di miscelazione avanzate imparate durante il corso facevano fatica ad essere apprezzate dalla maggior parte dei bar già presenti in città. Con l’obiettivo di far fare esperienza diretta ai nostri studenti, l’idea di avviare un locale in cui loro e tutti gli aspiranti bartender potessero interfacciarsi in maniera originale col mondo del lavoro è venuta da sé” spiega Roberto Radaelli, fondatore di Chymeia.

Food pairing e cocktail non più solo alcolici: uno step in più rispetto al semplice drink

Per il consumatore di oggi scegliere un prodotto o servizio rispetto a un altro significa soddisfare la ricerca di esperienze edificanti.

In Chymeia la missione è di far vivere esperienze esclusive non solo ai clienti e consumatori, ma anche ai bartender stessi.

Prendendo spunto dalla formazione proposta nei corsi di Alchimista Academy, il locale darà la possibilità ai corsisti, ma anche a professionisti esterni già esperti o amatori di mettere in pratica durante le serate lavorative le tecniche innovative di miscelazione imparate fino a quel momento solo in teoria.

Non si tratta di un cocktail bar classico, ma un luogo dove il mondo del beverage e della miscelazione avrà la possibilità di unirsi e fondersi a quello della gastronomia.

Ogni ordine verrà preparato unendo tecniche tipiche utilizzate in cucina con prodotti ricercati del mondo della mixology, con l’obiettivo di dare ai cocktail un nuovo “senso”.

Se fino ad oggi al termine cocktail veniva associato prevalentemente una bevanda alcolica, in Chymeia desideriamo sdoganare il concetto di cocktail, realizzando bevande che hanno come obiettivo principale il benessere della persona, non solo lo “sballo”. Il progetto è quello di realizzare un locale adatto a tutti gli stili di vita, includendo anche diversi tipi di bevande più energetiche oppure più rilassanti, per fare un esempio” aggiunge Radaelli.

Tenendo sempre come punto di riferimento le ricette e tradizioni italiane, Chymeia creerà un vero e proprio ponte con le più famose tecniche della mixology internazionali: prendendo ispirazioni dai migliori bar europei e non solo, il locale vorrà diventare un punto di riferimento per tutti gli appassionati del buon bere.

Dopo aver inaugurato il locale a novembre 2022, la missione del team Chymeia è nei prossimi mesi quella di stringere collaborazioni con aziende leader del settore del beverage e specializzate nelle bevande per sportivi ed erboristiche, così da arricchire sempre più la propria offerta.

 

LEGGI ANCHE

I 160 anni del primo ricettario, How to mix drinks di Jerry Thomas

 

Redazione ApeTime
Redazione ApeTimehttps://www.apetime.com
ApeTime è un sistema di portali digitali e profili social dedicati a Bar, Ristoranti e Hotel che propongono Cocktail, Aperitivi, Food, Beverage, Hospitality e a tutte le aziende fornitrici del settore Ho.Re.Ca.

Aziende • Prodotti • Servizi

VINO

Dolce Salato