HomeBirraI criceti possono bere 90 pinte di birra in un giorno

I criceti possono bere 90 pinte di birra in un giorno

Incredibile, ma vero…e scientificamente provato: sapete quanta birra può bere un criceto in un giorno senza ubriacarsi? Addirittura 51 litri!

Dopo cani e gatti, i criceti sono tra gli animali da compagnia più amati e diffusi nelle nostre case, ma non tutti sono a conoscenza del loro “super potere”: questi dolci e prolifici roditori infatti hanno una capacità di resistere all’alcol sovrumana, potendo tollerare l’assunzione giornaliera di concentrazioni relative di etanolo più che sufficienti a uccidere una persona.

Per fare un esempio concreto, i criceti, senza alcun problema, in un giorno potrebbero assumere l’equivalente alcolico di 90 pinte di birra (51 litri): lo ha spiegato il dottor Tom Lawton, consulente di terapia intensiva presso il Bradford Institute for Health Research (Regno Unito), il quale, in una recente intervista, ha citato diversi studi dedicati alla straordinaria capacità di questi animali.

I criceti, di cui esistono una ventina di specie suddivise in sette generi (quella più diffusa come animale da compagnia è il criceto dorato di Siria – Mesocricetus auratus), oltre ad un’incredibile tolleranza, hanno un’innata predilezione per l’alcol e questo, con ogni probabilità, per due ragioni che sono emerse nel corso dei vari studi dedicati, svolti negli anni, ed effettuati sia in Europa che negli Stati Uniti.

Da una parte, vi sarebbe il contenuto calorico di questa sostanza, non troppo lontano da quello del grasso: i criceti infatti diventano “cicciottelli” per affrontare    le rigide temperature invernali e, per questo motivo, un alimento che li aiuta a ingrassare è sicuramente molto apprezzato.

Dall’altra, giocherebbe un ruolo importante l’abitudine di fare scorte di frutta nelle tane proprio per affrontare i mesi freddi: questa, una volta accumulata, può fermentare e quindi i criceti potrebbero essersi adattati a sopportare “i fumi dell’alcol” sprigionati dalle riserve alimentari in spazi scarsamente ventilati.

Ovviamente questa incredibile resistenza all’alcol (possono consumare ben 20 grammi di etanolo per chilogrammo di peso al giorno) è legata a un formidabile fegato che si è evoluto per filtrare questa sostanza e abbattere in modo significativo quella che finisce nella circolazione sanguigna.

Alcuni studi hanno dimostrato l’efficienza filtrante del fegato dei criceti attraverso specifici esperimenti: dopo l’iniezione di etanolo direttamente nel flusso sanguigno infatti gli esemplari sono subito andati incontro agli effetti di un’ubriacatura risultando disorientati e cadendo su un fianco.

criceto beve birra

La predilezione dei criceti per l’etanolo è stata verificata sperimentalmente anche nello studio “Il succo di pomodoro, la bevanda al cioccolato e altri liquidi che sopprimono il consumo volontario di alcol nella femmina del criceto dorato siriano” pubblicato sulla rivista Physiology & Behavior.

Nella prima parte della ricerca, i criceti (sei femmine) hanno dimostrato di preferire sempre l’alcol all’acqua, arrivando, autonomamente, a consumare in un giorno, per l’ appunto, l’equivalente in grammi di alcol di ben 90 pinte di birra.

Gli scienziati, nella seconda fase dello studio, hanno cercato di scoprire quale altra bevanda fosse di loro pari gradimento: dopo aver proposto loro diverse alternative, hanno scoperto che solo il frappè al cioccolato è all’altezza della loro bevanda preferita.

Anche lo studio ‘Adattarsi all’alcol’, pubblicato sulla rivista Behavioural Processes, ha dimostrato che i criceti sono spinti a preferire bevande alcoliche (non zuccherate) al posto dell’acqua soprattutto quando viene loro somministrata una dieta ricca di carboidrati e povera di grassi.

In sintesi, questi roditori amano l’alcol poiché è molto energetico e lo bevono per assumere le calorie necessarie per tollerare meglio le rigide temperature invernali: lo dimostra il fatto che se viene offerta loro un’altra bevanda ricca di zuccheri, i criceti riducono le bevute. Riducono, perché non diranno mai di no ad una buona pinta di birra!

Redazione ApeTimehttps://www.apetime.com
Un’esperienza a 360° nel mondo degli Aperitivi e dei Cocktail che sfrutta i sistemi di Geolocalizzazione per trovare e raggiungere in tempo reale Locali, Eventi e Barman. ApeTime si rivolge ai Bartender, ai Gestori di Locali ed a tutte le Persone che vogliono divertirsi la sera sorseggiando un buon Cocktail o un gustoso Aperitivo.

Aziende • Prodotti • Servizi

VINO

Bartender

Magazine ApeTime

Installa l'APP
×