HomeEditorialeIl distanziamento di 2 metri nei ristoranti? Folle

Il distanziamento di 2 metri nei ristoranti? Folle

Siamo esasperati. E condividiamo il commento della Fipe: “Non si può suggerire di imporre ai ristoranti il distanziamento di 2 metri tra i clienti senza alcuna base scientifica, uccidendo così un comparto da 1 milione di lavoratori”

Ci auspichiamo un coro coeso di no da tutta Italia. Perché, come la Fipe, troviamo sbagliatissimo e irrispettoso consigliare di aumentare a 2 metri la distanza fisica nei ristoranti, sottolineando nero su bianco nello stesso documento che non esistono basi scientifiche a supporto di questa ulteriore prescrizione.

Fipe ristorantiLe autorità sanitarie adesso dovrebbero piuttosto impegnarsi a trovare il modo di accelerare la campagna vaccinale per portare fuori il Paese dall’emergenza Covid-19. Inoltre, condividiamo lo stato d’animo espresso dalla Federazione. L’esasperazione. Si continua a giocare con i numeri e con i colori senza considerare che le conseguenze sociali ed economiche sono e saranno devastanti. Anche perché, come sottolinea nella nota la Fipe, la situazione è sempre più catastrofica. “Nel frattempo, siamo arrivati al terzo mese al verde, senza ristori, con il 90% dei locali chiusi e senza alcun piano per la riapertura. È un momento drammatico, serve responsabilità a tutti i livelli: non si uccide un comparto da 1 milione di lavoratori senza alcuna base scientifica”.

 

BARTENDER
Nicole Cavazzuti
Mixology Expert è giornalista freelance, docente e consulente per aziende e locali. Ha iniziato la sua carriera con il mensile Bargiornale e, seppur con qualche variazione sul tema, si è sempre occupata di bar, spirits e cocktail. Oggi scrive di mixology e affini su VanityFair.it e Il Messaggero.it. Chiamata spesso come giudice di concorsi di bartending, ha ideato e condotto il primo master di Spirits and Drinks Communication. Da novembre 2019 è la responsabile della sezione bere miscelato del nostro ApeTime Magazine. Per 15 anni è stata la prima firma in ambito mixology del mensile Mixer, organo di stampa della FIPE, per il quale ha ideato diverse rubriche, tra cui il tg dell'ospitalità (Weekly Tv) e History Cocktail, ancora attive e oggi in mano agli ex colleghi di redazione.

Aziende • Prodotti • Servizi

VINO

Dolce Salato

[adrotate group="2"]