HomeCocktail RicetteInter, 3 cocktail d'autore per 20 scudetti: le ricette esclusive di 3...

Inter, 3 cocktail d’autore per 20 scudetti: le ricette esclusive di 3 noti bartender

Battendo il Milan nel derby della Madonnina, l’Inter ha vinto matematicamente il suo 20mo scudetto con 5 giornate di anticipo sulla fine del Campionato. Un evento che i tifosi nerazzurri possono festeggiare anche con un cocktail. Ovviamente… interista.

Proprio così: tre noti bartender, su nostra richiesta, hanno creato altrettanti cocktail dedicati all’Inter. Perfetti, quindi, per celebrare la seconda stella, magari ispirando anche qualche locale che (non solo a Milano) voglia attrarre fra i propri clienti i tifosi interisti desiderosi di far festa di qui al termine della stagione.

Ecco allora le ricette proposte da Dario Comini (fedele alla sua fama di innovatore), Edoardo Sandri (fiorentino di nota fede nerazzurra) e Francesco Delfino (fra i bartender italiani più apprezzati a Londra).

Inter
Caracciolo 20

La ricetta del Caracciolo 20 di Luca Comini del Nottingham Forest, Milano

(Nota: originariamente creato nel 2021 come Caracciolo 19 per il 19mo scudetto dell’Inter, per l’occasione ne abbiamo attualizzato il nome. Che è un omaggio ad Antonio Caracciolo, giocatore nerazzurro nel 1939/40 e già ospite del locale di Comini, morto centenario nel 2017)

Tecnica:
Build

Bicchiere:
Provette

Ingredienti:
Q.b. vodka
Q.b. gin
0,1 g spirulina
Q.b. nero Fabbri
Essenza di viola vaporizzata
Essenza di bergamotto vaporizzata

Preparazione: direttamente in 2 grosse provette da laboratorio (facilmente acquistabili all’Ikea). Una blu con vodka gelata a meno 18 gradi, spirulina 0,1 grammi, essenza di viola vaporizzata (mescolare bene); una nera con gin gelato a meno 18 gradi, nero Fabbri (quanto basta alla colorazione voluta), essenza di bergamotto vaporizzata. Servire in un contenitore con ghiaccio tritato oppure con sabbia nera per mantenere in piedi le provette.

Bang Bang Bang

La ricetta del Bang Bang Bang di Edoardo Sandri dell’Atrium Bar del Four Seasons Hotel, Firenze

Tecnica:
Shake and Strain

Bicchiere:
Maroccan mug

Ingredienti:
40 ml mezcal joven
20 ml infusione di verbena e limone
30 ml mirto Silvio Carta
10 ml Fernet Branca
Top brut metodo classico

Preparazione: mettere tutti gli ingredienti tranne il brut nello shaker con ghiaccio e agitare vigorosamente: filtrare nel bicchiere e riempire con lo spumante.

Dominus

La ricetta del Dominus di Francesco Delfino dell’Henson’s Bar and Social, Londra

Tecnica:
Build

Bicchiere:
Highball

Ingredienti:
50 ml Ocho Tequila Blanco
20 ml succo di lime fresco
10 ml sciroppo di cannella
5 ml creme de cacao Tempus Fugit
Q.b. latte di mandorla Alpro
Top soda al caffè freddo home made

Garnish:
Foglioline di menta

Preparazione: versare tequila, lime, sciroppo di cannella e creme de cacao all’interno di un recipiente contenente il latte di mandorla (in proporzione 2:1, due parti di cocktail in una parte di latte) e lasciare riposare per qualche ora fino a quando inizieranno a formarsi le “caglie”, quindi filtrare tramite coffee filter. Versare il tutto nel bicchiere colmo di chunk di ghiaccio, aggiungere la soda al caffè freddo (1 parte di caffè infusa in 10 parti di acqua: infusione a freddo per 24 ore, poi filtrare e mettere all’interno di un sifone da soda).

Leggi anche:

4 Amari per i 4 quartieri del calcio storico fiorentino

Stefano Fossati
Stefano Fossati
Redattore del tg Bluerating News, collaboratore delle testate economiche di Bfc Media, di Mixer Planet e naturalmente del Magazine ApeTime.

Aziende • Prodotti • Servizi

VINO

Dolce Salato