HomeBirraLeggi assurde sulla birra in vigore negli Stati Uniti

Leggi assurde sulla birra in vigore negli Stati Uniti

Incredibile ma vero, in una cittadina della pennsylvania un marito può comprare una birra solo con il permesso scritto della moglie: questa e altre leggi assurde sulla birra in vigore negli stati uniti.

Come abbiamo avuto modo di vedere in diverse occasioni, il mondo della birra e di quello che ruota intorno ad essa, continua a regalare delle sorprese: anche per quanto riguarda le leggi che ne regolamentano la distribuzione ed il consumo, che come risaputo variano da un Paese all’altro.

In giro per il mondo si trovano anche delle regole riguardanti la bevanda che, per quanto sono assurde, è difficile comprendere quale fosse l’intento del legislatore al momento di scriverle, anche perché alcune sono degli autentici bizzarri paradossi: in Nigeria, ad esempio, la medesima legge vieta la produzione e l’importazione di birra ma al tempo stesso consente ai maggiori di 18 anni di consumarla e venderla.

In tal senso, gli Stati Uniti sono però il Paese che offre più esempi dato che, come avviene in relazione a sostanzialmente tutte le sfere della vita collettiva, delle espressioni sociali, culturali e di costume, rappresentano un mondo nel mondo: una società a se stante, una realtà complessa nella quale si può trovare, l’uno accanto all’altro, tutto e il contrario di tutto, anche per quanto riguarda le leggi che regolamentano il mondo della birra.

leggi assurde sulle birre negli Stati Uniti

Sono infatti formati da 50 Stati federati, ognuno dei quali ha le proprie regole: motivo per cui se in Alaska è vietato somministrare la bevanda ad un alce, in Ohio  è vietato darla ai pesci. Ecco quindi una raccolta delle norme più incredibili riguardanti la bevanda negli States.

In Connecticut, nei ristoranti, nei bar e nelle tavole calde dello Stato si possono comprare fino a 4 litri di birra, ma il consumo deve essere effettuato fuori dal locale. Forse perché all’interno non ci sono abbastanza servizi igienici??? In Florida, invece, non si possono bere alcolici durante un uragano.

In Alabama è vietato vendere bottiglie dell’antica bevanda con un contenuto superiore al mezzo litro, mentre In Texas può essere venduta dalle 7 a mezzanotte nei giorni feriali e da mezzogiorno a mezzanotte la domenica.

Sempre nello Stato con capitale Austin, fino al 2013, anno nel quale è diventato legale produrre la bevanda in casa, era bandito un volume quale l’ ‘Enciclopedia britannica’. Per quale motivo? Semplice: in una pagina di uno dei 32 libri che la compongono era presente una ricetta per realizzarla.

In Indiana, conosciuto anche come lo Stato dei boscaioli, è illegale per i negozi di alimentari e i minimarket vendere birra fredda: solo i negozi che hanno la licenza per i liquori possono farlo. In Iowa, invece, è proprio il caso di dire che sono molto precisi: tutti i contenitori usati per servire la bevanda a base di malto e luppolo devono avere dimensioni standardizzate, ovvero lunghezza 36 pollici, larghezza 18 e profondità 23.

In Missouri è assolutamente vietato aggiungere droghe alla birra, ma è possibile farlo in altri alcolici, come il whisky: sempre nel medesimo Stato, è vietato darla agli elefanti e berla da un secchio.

Nessuno però, a nostro avviso, può superare il legislatore del North Dakota che ha stabilito come nei locali pubblici sia possibile servirla da sola o in abbinamento con qualsiasi cosa, ma non con i salatini.

In Colorado non si può montare un cavallo se si è ubriachi: per la legge, infatti, questo quadrupede è considerato un veicolo. In effetti il ‘cavallo vapore’ indica la potenza di un motore…giusto, no?!?.

Il Michigan, lo Stato dei grandi laghi, non permette a bar e ristoranti di pubblicizzare la vendita di pinte di birra, a meno che non si servano solo ed esclusivamente pinte. In Ohio invece ci tengono alle tradizioni: guai a chi tocca Babbo Natale perché nessuna pubblicità di bevande alcoliche può mostrare o fare riferimento a Santa Claus. Lui può bere solo Coca Cola.

Anche nell’Iowa però non si scherza: qui infatti è vietato e quindi a rischio multa degustare l’antica bevanda e poi andare a letto con la propria moglie. In Nebraska invece? Illegale vendere birra in determinati orari, a meno che non si stia preparando una zuppa: un panino non va bene, deve essere proprio una minestra.

In Pennsylvania, nella cittadina di Newton, la lotta femminista ha raggiunto il suo apice: un marito può comprare alcolici e quindi birra solo se è in possesso del permesso scritto della moglie. Cosa dire invece del Wyoming dove, per evitare un anno di prigione, è meglio non farsi beccare ubriachi in una miniera!?

leggi birre Stati Uniti

L’unica di queste bizzarre regole con la quale ci troviamo d’accordo arriva dallo Stato di Washington (Seattle, quindi costa del Pacifico, da non confondere con la capitale) dove distruggere una bottiglia o una botte dell’antica bevanda viene considerato un vero e proprio atto criminale.

Queste le leggi in materia più assurde in vigore negli Stati Uniti, ma se ne trovano davvero di incredibili in tutto il mondo. In Scozia, ad esempio, non si può possedere una mucca se si è alzato troppo il gomito: se questa non sembra abbastanza strana, concludiamo la carrellata avvertendovi che, se vi doveste trovare nell’ovest dell’Australia, non dovrete per nessun motivo, onde evitare di essere multati, schiacciare una lattina con il seno!

CONTINUA A LEGGERE

SCOPRI NUOVI FORNITORI DI BIRRA

Redazione ApeTime
Redazione ApeTimehttps://www.apetime.com
ApeTime è un sistema di portali digitali e profili social dedicati a Bar, Ristoranti e Hotel che propongono Cocktail, Aperitivi, Food, Beverage, Hospitality e a tutte le aziende fornitrici del settore Ho.Re.Ca.

Aziende • Prodotti • Servizi

VINO

Dolce Salato