HomeCuriositàPeste suina: al via le prime operazioni di posa di reti

Peste suina: al via le prime operazioni di posa di reti

Per limitare il diffondersi della peste suina è in corso un’operazione di posa di reti volte a contenere gli animali. Leggi i dettagli.

Ci siamo occupati già una volta dei gravi problemi e soprattutto dei gravi rischio per il mondo dell’allevamento della trasformazione della carne di maiale italiana indotti dal diffondersi della peste suina africana.

Ebbene proprio in questi giorni si muovono i primi passi per una discussa operazione di posa di reti volte a contenere gli animali e a cercare di limitare l’infestazione.

La posa è partita nei primi giorni di giugno in provincia di Alessandria, comune di Ponzone, 700 metri slm. L’avvio del lavoro è stato accompagnato da una piccola cerimonia che ha visto la presenza del sottosegretario alla salute Andrea Costa, del commissario straordinario Angelo Ferrari PSA e di varie altre autorità regionali oltre che dei sindaci dei comuni interessati.

Il sottosegretario ha ricordato l’impegno del governo per l’emergenza, per la quale sono stati stanziati 50 milioni di euro: 10 per le reti di contenimento 15 per finanziare lavori volti a garantire la biosicurezza delle aziende e 25 per i ristori alle aziende coinvolte.

La rete dovrebbe impedire lo spostamento dei cinghiali dall’area infetta e quindi tutelare e limitare l’infestazione e consentire una più efficace operazione di abbattimento ed eradicazione.

rete per problema preste suina

Particolarmente rapido l’avvio dei lavori, considerando le normali tempistiche burocratiche necessarie per un’operazione del genere, grazie all’intenso lavoro di sindaci e tecnici, che ha consentito di procedere molto velocemente a questa operazione che dovrebbe essere il punto di partenza per tornare a mettere in sicurezza il territorio e garantire una vita più normale ai suoi abitanti.

Si tratta tuttavia della posa di un primo tratto sperimentale che interesserà solamente 3 comuni, per un totale di 10 km, su una linea ritenuta la migliore possibile sulla base della topografia locale; in un secondo momento prenderanno il via i lavori sugli altri lotti che porteranno in totale ad avere 130 km in recinzione.

“In queste settimane – ha detto Fabio Carosso, vicepresidente della Regione Piemonte con delega al coordinamento gestione Psa – quando eravamo in attesa del lavoro di sindaci e tecnici, in costante contatto con ministero della Salute, Regione e Province, c’erano uomini che hanno visitato, controllato, misurato per poter fare un lavoro effettivamente semplice, anche che non disturbasse troppo le persone che abitano in queste zone. In parallelo, si procederà come da accordi con Ispra e con il ministero, al depopolamento dei cinghiali: è stato infatti approvato il piano di abbattimento”.

Redazione ApeTimehttps://www.apetime.com
Un’esperienza a 360° nel mondo degli Aperitivi e dei Cocktail che sfrutta i sistemi di Geolocalizzazione per trovare e raggiungere in tempo reale Locali, Eventi e Barman. ApeTime si rivolge ai Bartender, ai Gestori di Locali ed a tutte le Persone che vogliono divertirsi la sera sorseggiando un buon Cocktail o un gustoso Aperitivo.

Aziende • Prodotti • Servizi

VINO

Bartender

Magazine ApeTime

Installa l'APP
×