HomeCocktail RicetteRicetta cocktail: Chartreuse Swizzle, da San Francisco il nuovo must dell'estate

Ricetta cocktail: Chartreuse Swizzle, da San Francisco il nuovo must dell’estate

Lo Chartreuse Swizzle è uno dei nuovi ingressi nella lista 2024 dei cocktail ufficiali Iba, nella categoria “New Era Drinks”: un drink fresco e aromatico che può essere fatto rientrare nella tendenza del rilancio della miscelazione tiki.

Per la precisione, lo Chartreuse Swizzle è un cocktail “swizzle“, parola che richiama un particolare strumento utilizzato nella loro preparazione, chiamato swizzle stick: si tratta di uno stirrer in legno (ma nel tempo ne sono state realizzate versioni in altri materiali come metallo, vetro o plastica, dalle forme più fantasiose) nato nel 18mo secolo nei Caraibi, dove era ottenuto dallo stelo di una pianta aromatica chiamata Quararibea turbinata. Nella versione in vetro, fu poi usato nei bar americani ed europei a cavallo del 19mo e 20mo secolo per rimuovere le bolle dallo champagne, la cui effervescenza era indigesta ad alcuni clienti.

Come si usa lo swizzle stick (da Difford’s Guide)

Come tutto ciò che avesse origini caraibiche, lo swizzle stick è stato adottato dalla miscelazione tiki, non a caso i cocktail swizzle più famosi sono basati sul rum, a partire proprio dal Rum Swizzle, proposto e reinterpretato in tantissime varianti dai tiki bar di tutto il mondo. Lo Chartreuse Swizzle, che non prevede il rum ma appunto la Chartreuse, è stato creato nel 2002 dal bartender Marco Dionysos allo Starlight Room di San Francisco, città in cui è diventato popolarissimo negli anni successivi. E da qualche tempo la sua fama si sta allargando a tutto il mondo.

Vediamo allora come si prepara questo cocktail, perfetto per la stagione estiva.

Charteuse Swizzle (foto Iba)

La ricetta Iba dello Chartreuse Swizzle

Tecnica:
Stir (possibilmente con uno swizzle stick)

Bicchiere:
Tumbler alto

Ingredienti:
45 ml Chartreuse verde
30 ml succo di ananas fresco
22,5 ml succo di lime fresco
15 ml Falernum

Garnish:
Foglie di menta
Spolverata di noce moscata

Preparazione: inserire tutti gli ingredienti nel bicchiere e aggiungere ghiaccio a scaglie, quindi miscelare vigorosamente con l’aiuto di uno swizzle stick (o di un bar spoon); infine completare aggiungendo altro ghiaccio a scaglie e la garnish.

P.S. Fra i “tips” che corredano la ricetta Iba per ottenere delle varianti del cocktail, menzioniamo la possibilità di sostituire il Falernum con un Mulled Wine Syrup, oppure di aggiungere una parte di rum giamaicano, magari “arrangé” con vaniglia e passion fruit; o ancora, di chiarificare l’estratto e le spremute per lavorare sulla brillantezza del drink.

Leggi anche:

Ricetta cocktail: Iba Tiki, da Cuba il prossimo classico dell’aperitivo

Stefano Fossati
Stefano Fossati
Redattore del tg Bluerating News, collaboratore delle testate economiche di Bfc Media, di Mixer Planet e naturalmente del Magazine ApeTime.

Aziende • Prodotti • Servizi

VINO

Dolce Salato