HomeCocktail RicetteSpica cambia Drink List. In anteprima su ApeTime

Spica cambia Drink List. In anteprima su ApeTime

La nuova drink list di Spica non è ancora stata stampata, ma noi vi raccontiamo in anteprima tutti i cocktail!

Nicole Cavazzuti di ApeTime ha provato i cocktail della nuova drink list in uscita nei prossimi giorni, creata dal 30enne Nicolò Rapezzi, da settembre 2019 bar manager di Spica. Si chiama Virgo e… GUARDA IL VIDEO

Quando si entra da Spica, il restaurant cocktail bar aperto a giugno 2019 da Ritu Dalmia e Viviana Varese in via Melzo a Milano, l’occhio cade inevitabilmente sul bancone, grande protagonista dell’ingresso. Ma il ristorante ha un ruolo non certo secondario. Anzi.
Il format?
Piatti di tutto il mondo, ampia carta di vini e, oltre ai classici drink, una selezione di nove signature a rotazione stagionale, dagli 8 ai 13 euro. L’obiettivo di Spica, rendere Milano ancora più internazionale.

Tangeri Collins

Quanto ai drink, “propongo cocktail concettualmente vicini a un bicchiere di vino, con una gradazione che oscilla tra i 12 e i 16 gradi”, ci spiega lo stesso Nicolò Rapezzi. Che poi aggiunge: “Ho uno stile di miscelazione comprensibile e attento ai gusti del cliente. E mi sono accorto che, complice la maggiore consapevolezza dei danni provocati da un eccessivo consumo di alcol, gli avventori prediligono drink leggeri”.

All’ora dell’aperitivo da Spica viene servito un cestino con pop-corn alla paprika, olive e taralli. E se il buco nello stomaco si fa sentire, si possono ordinare al costo di 2 euro le mini-porzioni delle pietanze del food menù.

I signature della nuova DRINK LIST di SPICA: VIRGO

FARM HOLYDAYS
Tanqueray gin all’olio d’oliva, Lustau sherry manzanilla, mela verde, timo limone.
CLEARLY MARY (un twist del Bloody Mary chiarificato, ovvero bianco)
Stoli vodka, acqua di pomodoro, aceto di cocco, sale e pepe rosa, basilico.
PHOENIX TRIP
Beefeater 24 gin, Macchia vermouth dry, Campari bitter, aceto di melograno.
PORNSTAR MARGARITA (ispirato al Pornstar Martini)
Espolon reposado tequila, Chartreuse Jaune, peperone giallo, passion fruit, Franciacorta.
TANGERI COLLINS
Bacardi blanco rum, Trois Rivieres blanc rhum, origano, mandarino, gocce di Fernet Branca.
CHUNCO COOLER (un long drink fresco e beverino)
Barsol acholado pisco, zenzero, lemongrass, lime, Amargo Chunco, salvia.
TAKETSURU REST (un twist del classico Old Fashioned)
Nikka Taketsuru pure malt whisky,tè verde Mao Feng, Amargo chunco, fiori di gelsomino.
MILKY BREAK
Courvoisier VS cognac, Doorly’s XO rum, passion fruit, tè Milky Oolong, tracce di latte.
MARSALA EXPRESS (una rivisitazione dell’Espresso Martini)
Stoli vodka, Florio Terre Arse Marsala vergine, caffè cold brew, limone.

LEGGI ANCHE

Nicole Cavazzuti
Mixology Expert è giornalista freelance, docente e consulente per aziende e locali. Ha iniziato la sua carriera con il mensile Bargiornale e, seppur con qualche variazione sul tema, si è sempre occupata di bar, spirits e cocktail. Oggi scrive di mixology e affini su VanityFair.it e Il Messaggero.it. Chiamata spesso come giudice di concorsi di bartending, ha ideato e condotto il primo master di Spirits and Drinks Communication. Da novembre 2019 è la responsabile della sezione bere miscelato del nostro ApeTime Magazine. Per 15 anni è stata la prima firma in ambito mixology del mensile Mixer, organo di stampa della FIPE, per il quale ha ideato diverse rubriche, tra cui il tg dell'ospitalità (Weekly Tv) e History Cocktail, ancora attive e oggi in mano agli ex colleghi di redazione.

Aziende • Prodotti • Servizi

VINO

Dolce Salato

[adrotate group="2"]