HomeBirraBoom del partito della birra alle elezioni in Austria: è la terza...

Boom del partito della birra alle elezioni in Austria: è la terza forza politica

Austria, exploit del partito della birra alle elezioni: è la terza forza politica del paese con l’ 8,4% dei consensi.

La scorsa settimana, abbiamo parlato di questo originale schieramento politico candidato alle elezioni austriache che si sono svolte domenica: un movimento fondato nel 2015 che all’inizio si occupava solo di satira ma che, dopo poco tempo, ha deciso di entrare in politica.

Secondo i sondaggi preelettorali, avrebbe dovuto raccogliere il 5% dei consensi, ma il risultato emerso dallo spoglio delle schede è andato ben oltre ogni più rosea aspettativa degli stessi militanti: il partito della birra ha infatti ottenuto l’ 8,4% dei voti che gli consentirà di essere la terza forza del nuovo Parlamento.

Analizzando il voto, ancor più sorprendente il traguardo ottenuto nella capitale Vienna, dove alle elezioni comunali del 2020 il movimento era già riuscito a fare eleggere undici propri rappresentanti all’interno del consiglio cittadino: qui infatti ha superato il 10% piazzandosi al secondo posto delle preferenze alle spalle del solo esponente dei Verdi Alexander Van Der Bellen che, come ampiamente previsto, ha stravinto le elezioni con il 56,2% dei voti (l’ultradestra del Fpoe, seconda, si è fermata al 17,9%).

Questo sorprendente risultato è stato reso possibile dal grande consenso ottenuto fra gli elettori più giovani, specie gli under 30: merito dell’ imponente campagna social realizzata dal partito mediante una serie di video non solo istituzionali, ma anche ironici: un ritorno alle origini del movimento che ha evidentemente centrato l’obiettivo.

Il leader del partito è Marco Pogo, nome d’arte di Dominik Wlazny, di professione cabarettista, e il “Movimento Birrocratico” (questa la definizione ufficiale), che annovera più di mille tesserati, punta ad instaurare nel paese una “birrocrazia”: si tratterebbe di una forma di governo finalizzata ad accrescere ulteriormente il valore della plurisecolare cultura brassicola nazionale, facendola diventare una vera e propria istituzione.

Partito della birra candidato alle elezioni in Austria

Tra i punti più importanti del programma di governo, vi sono la creazione di una fontana di birra nel centro storico di Vienna, l’abolizione della tassa sulla bevanda per bar e ristoranti e la fornitura mensile di un barile di bionda a tutte le famiglie austriache a spese dello Stato.

Fra le proposte del partito troviamo anche quella di un sostegno speciale pensato per le “persone con meno talento nel bere”, ovvero un vero e proprio programma formativo, a spese dello Stato, dedicato, in modo particolare ma non solo, a tutti coloro che muovono i primi passi nello sconfinato panorama brassicolo mondiale affinché compiano sempre le migliori scelte.

Nel programma viene infatti tollerato il consumo di qualunque birra, ma vige il             divieto assoluto per le Radler (un mix fra birra e limonata con un grado alcolico massimo del 3%), che viene indicata come “il male più assoluto” (n.d.r.: definizione sicuramente forte, ma l’idea di fondo, ovvero che non si possa definire un vero e proprio stile brassicolo, è certamente condivisibile) per la quale sarebbe messa in atto una tassazione addirittura del 50%!

Oltre alle proposte legate alla birra, nel progetto politico sono presenti altri punti legati anche ad una forma di protesta contro la classe dirigente per la quale si vorrebbero effettuare dei test attitudinali obbligatori.

Previsto poi l’implemento degli aiuti di Stato per la salvaguardia della scena culturale, messa in ginocchio dalla pandemia e in lenta ripresa, e una serie d’iniziative finalizzate a riportare gli elettori alle urne per “restituire alla politica austriaca la serietà che merita”.

Partito della birra candidato alle elezioni in Austria

Non avendo vinto le elezioni, ovviamente, questi progetti non potranno essere realizzati, ma senza dubbio il partito della birra ha fatto registrare un dato davvero incredibile che dimostra come ovunque, sempre di più, si stiano affermando forze politiche del tutto estranee a schemi e canoni dei partiti tradizionali: in questo caso  si tratta di un partito nato da un movimento satirico, motivo per il quale non è difficile scorgere una qualche analogia con quanto fatto ai tempi da Beppe Grillo, notoriamente un ex comico, in Italia.

SCOPRI TUTTI I FORNITORI DI BIRRA

Redazione ApeTime
Redazione ApeTimehttps://www.apetime.com
ApeTime è un sistema di portali digitali e profili social dedicati a Bar, Ristoranti e Hotel che propongono Cocktail, Aperitivi, Food, Beverage, Hospitality e a tutte le aziende fornitrici del settore Ho.Re.Ca.

Aziende • Prodotti • Servizi

VINO

Dolce Salato